Scozia-Italia, Rugby Sei Nazioni: diretta tv – streaming. Ecco dove vederla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 febbraio 2015 11:39 | Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2015 11:42
Scozia-Italia, Rugby Sei Nazioni: diretta tv – streaming. Ecco dove vederla

Foto LaPresse

ROMA – Scozia-Italia, partita valida per il torneo Sei Nazioni di rugby, verrà trasmessa dalle ore 15 in chiaro ed in esclusiva da DMAX, canale 52 del digitale terrestre (e 136 della piattaforma satellitare di Sky Sport). Ci sarà poi la possibilità di vedere la partita anche in streaming gratuito sul sito dmax.it. In telecronaca Antonio Raimondi, con commento tecnico a cura di Vittorio Munari. DMAX è disponibile al canale 52 del digitale terrestre, canale 136 di SKY (+ 1 al 137) e canale 28 di Tivù Sat.

“La Scozia è per noi uno degli avversari più difficili, dal 2013 ad oggi abbiamo sempre perso contro di loro, in due occasioni solo per un punto, gestendo male i finali di gara. Sono una squadra senza grandi peculiarità, ma anche con pochi punti deboli. Con la Francia sono stati quasi sempre in partita, con il Galles hanno avuto un ottimo inizio di gara: sono un avversario difficile, specialmente a casa loro”.

Alla vigilia della partenza dell’Italrugby per Edimburgo, dove sabato gli azzurri giocheranno contro i padroni di casa un match valido per la 3/a giornata del 6 Nazioni, il ct Jacques Brunel sottolinea la difficoltà dell’impegno. Gli chiedono come mai abbia deciso di schierare un XV con ben 6 novità rispetto a quello che ha perso a Twickenham contro l’Inghilterra, e lui spiega che “abbiamo una linea dei trequarti con parecchie novità, e dobbiamo fare i conti con alcuni infortuni. Avevamo iniziato il torneo con Campagnaro e Morisi come coppia di riferimento tra i centri, dopo l’infortunio di Michele abbiamo dato spazio a Masi che ha esperienza nel ruolo, convocando Boni che ha fatto un buon inizio stagione in Eccellenza. Quando anche Masi si è fermato, abbiamo deciso di puntare su Bacchin che, dall’inizio stagione, ha giocato con maggiore frequenza insieme a Morisi. Riteniamo che sia la scelta più logica”.

5 x 1000

Così sabato in maglia azzurra ci saranno due esordienti assoluti, appunto Bacchin e Visentin delle Zebre, che completa il triangolo allargato rilevando il compagno bianconero Sarto. Ma come mai, dopo due prestazioni non esaltanti, all’apertura è stato confermato il maori Kelly Haimona? “Lui ha fatto bene nelle prime due gare di novembre – risponde Brunel -, ha faticato un poco contro il Sudafrica, ha avuto poche occasioni per incidere contro l’Irlanda e ha mostrato buone cose a Twickenham: ha preso parte all’azione della prima meta, ha inventato un bel calcetto per Masi, ha preso buone scelte. Peccato per alcuni punti facili che ha mancato dalla piazzola, ma dobbiamo dargli fiducia. Al Mondiale mancano sei partite, serve continuità in un ruolo chiave come l’apertura”.