Scudetto alla Juventus se Napoli perde con Genoa, Allegri: “Non metterò la sciarpa rossoblù”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 aprile 2019 20:38 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2019 20:40
Scudetto alla Juventus se Napoli perde con Genoa, Allegri: "Non metterò la sciarpa rossoblù"

Scudetto alla Juventus se Napoli perde con Genoa, Allegri: “Non metterò la sciarpa rossoblù” (foto Ansa)

TORINO – Juventus batte Milan 2-1 (0-1) nell’anticipo della 31/a giornata del campionato di calcio di Serie A. Rossoneri in vantaggio nel primo tempo con Piatek, ma raggiunti nella ripresa da un rigore di Dybala e superati dal nuovo entrato Kean. Se domani il Napoli dovesse perdere in casa contro il Genoa, i bianconeri si laureerebbero campioni d’Italia con sette giornate di anticipo.

Scudetto alla Juve se Napoli va ko con Genoa, le dichiarazioni di Allegri. 

Le dichiarazioni rilasciate da Massimiliano Allegri ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Juventus-Milan 2-1, partita che ha praticamente consegnato lo scudetto ai bianconeri anche se manca la matematica certezza del tricolore.

“Mi chiedete se domani metterò la sciarpa del Genoa e se sarò davanti al televisore per vedere la loro partita contro il Napoli? Fa caldo per la sciarpa. E’ stata una bella partita, mancano tre punti. Ho avuto buone risposte da chi ha giocato meno. Nel primo tempo eravamo arrangiati, ho visto buone trame e ordine nella ripresa”.

“Dybala arrabbiato quando l’ho tolto per inserire in campo Moise Kean (che poi ha segnato)? E’ giusto. Tutti tengono a giocare, avevo bisogno di cambi, però. Veniva da un periodo in cui non giocava e si è allenato poco. Il gol da fiducia, deve combattere. Devo fare meno danni possibile”.

“Perché non abbiamo ceduto Kean a gennaio? Abbiamo deciso con la società, perchè è il centravanti riserva di Mandzukic, anzi, con caratteristiche ancor più di attaccante di Mario visto che va in profondità. Ha fatto un gran gol, prima aveva fatto un errore tecnico. E’ rimasto per migliorare in queste cose dove deve crescere, specie a livello mentale perchè per stare in una grande squadra serve testa, spirito e sacrificio”.
(fonti: Ansa, Sky Sport e Tutto Juve).