Altro che scudetto, la Lazio è in caduta libera: contro il Sassuolo è arrivata la terza sconfitta consecutiva

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 11 Luglio 2020 19:21 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2020 19:21
Altro che scudetto, la Lazio è in caduta libera: contro il Sassuolo è arrivata la terza sconfitta

Altro che scudetto, la Lazio è in caduta libera: contro il Sassuolo è arrivata la terza sconfitta consecutiva (foto Ansa)

Il sogno scudetto è svanito definitivamente per la Lazio. I biancocelesti non riescono ad uscire dalla crisi di risultati in cui sono piombati dopo la ripresa del campionato. Dopo lo 0-3 contro il Milan, e l’1-2 contro il Lecce, ecco la sconfitta interna contro il Sassuolo.

Oggi la Lazio ha perso in casa contro un Sassuolo che si è permesso anche il lusso di lasciare fuori diversi titolari nella prima frazione di gioco. Berardi è rimasto in panchina per tutta la partita, mentre Ciccio Caputo, che è entrato nella ripresa, ha deciso la gara.

Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, chiuso sull’uno a zero per la Lazio con rete di Luis Alberto propiziata da una deviazione di un avversario, il Sassuolo è uscito alla distanza grazie ai cambi di De Zerbi e ad una condizione fisica più brillante. 

Infatti i neroverdi hanno pareggiato i conti con il baby Raspadori, alla prima rete in Serie A, e poi hanno vinto l’incontro con una zampata del solito Caputo. 

In attesa di Juve-Atalanta, la Lazio incassa il terzo ko consecutivo scivolando a meno sette dai bianconeri.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu (38′ st Vavro); Lazzari, Milinkovic (22′ st Leiva), Parolo, Luis Alberto (38′ st Adekanye), Lukaku (1′ st Jony); Caicedo (16′ st Cataldi), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Armini, D. Anderson, Falbo, A. Anderson. Allenatore: S. Inzaghi

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan (1′ st Muldur), Marlon, G. Ferrari, Kyriakopoulos; Bourabia, Locatelli; Traoré (1′ st Caputo), Djuricic (23′ st Haraslin), Boga (34′ st Rogerio); Raspadori (44′ st Magnani). A disp.: Pegolo, Chiriches, Peluso, Ghion, Magnanelli, Berardi, Manzari. Allenatore: De Zerbi

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

MARCATORI: 33′ pt Luis Alberto (L), 7′ st Raspadori (S), 46′ st Caputo (S).

NOTE: Ammoniti: Parolo, Immobile, Bastos, Leiva (L); Muldur, Ferrari (S). Recupero: 4′ pt, 5′ st.