Sean Cox, la moglie: “Resterà paralizzato a vita”. Arrestato terzo ultrà della Roma per la rissa di Anfield

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2018 14:07 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2018 14:07
Sean Cox, la moglie: "Resterà paralizzato a vita". Arrestato terzo ultrà della Roma per la rissa di Anfield

Sean Cox, la moglie: “Resterà paralizzato a vita”. Arrestato terzo ultrà della Roma per la rissa di Anfield

ROMA – E’ stato arrestato un terzo ultrà della Roma, riconosciuto tra i partecipanti della colluttazione quando, il 24 aprile scorso, un tifoso del Liverpool, Sean Cox, finì in coma. Domani intanto comincerà il processo per Filippo Lombardi, uno dei due altri arrestati: era il giorno della semifinale di Champions League Liverpool-Roma, davanti ai cancelli dello stadio di Anfield Road si scatenò una rissa poche ore dell’inizio che coinvolse l’incolpevole Sean. 

Sean Cox è poi riuscito ad uscire dal coma, ma versa ancora in gravi condizioni, la sua vita è stata rovinata per sempre. E’ la moglie Martina a ricordarlo durante un’intervista all’Independent: “Andrò al processo, voglio vederlo in faccia. Mio marito non tornerà più come prima, è una tragedia che ci ha sconvolto la vita. Sean vede doppio, a volte triplo, non riesce a parlare ma capisce tutto. Ha la parte destra del corpo paralizzata”.