Più ultrà che Pdl, il senatore Gentile insorge per il rigore al Milan: “Calciopoli ecc…”. Che dirà il Cav?

Pubblicato il 1 Marzo 2011 0:30 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2011 0:31

Antonio Gentile

ROMA – ”Ero stato facile profeta: Rocchi ha regalato il rigore al Milan e sbloccato una partita che era ferma sullo 0-0: mi chiedo quando De Laurentiis inizierà ad alzare la voce”. Lo afferma il senatore del Pdl Antonio Gentile, presidente del Napoli club di Palazzo Madama.

”Questo calcio è sempre ammalato – aggiunge Gentile- e calciopoli non è mai passata: del resto per quell’inchiesta è  passata anche il signor Rocchi, che già due anni e mezzo fa inventò  un penalty inesistente nella stessa partita Milan-Napoli”.

Il direttore di gara di Firenze era stato prosciolto dalle accuse sia nel processo sportivo sia in quello penale. ”Solo Braschi e Nicchi potevano designare un arbitro così con Tagliavento come quarto uomo – conclude Gentile – ma mi chiedo quando i tifosi del Napoli organizzeranno una vera protesta civile contro questa Lega che non guarda sotto Milano e non garantisce a tutti lo stesso trattamento”.

Che dirà Silvio Berlusconi, leader del partito di Gentile e proprietario del club che avrebbe vinto il big match di lunedì perché “calciopoli non è mai passata?”