Serbia, allarme “Ultrà-Italia”: “Tenteranno di infiltrarsi nello stadio”

Pubblicato il 7 Ottobre 2011 14:58 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2011 14:58

Ivan Bogdanov (LaPresse)

BELGRADO – La partita è a porte chiuse ma secondo la polizia italiana il rischio c’è: è possibile che alcuni ultras azzurri tentino di entrare allo stadio di Belgrado dove, venerdì alle 20:45 si gioca Serbia-Italia.

A lanciare l’allarme, riportato sulla Stampa da Massimiliano Nerrozzi, è stato il responsabile per il Viminale per la sicurezza della Nazionale Roberto Massucci al termine di un vertice con il ministro degli Interni serbo.

A forzare il divieto (verrà lasciato fuori dallo stadio chiunque abbia una carta d’identità italiana a prescindere dal biglietto) proveranno gli “Ultrà Italia” gruppo di tifosi di estrema destra già in passato protagonisti di incidenti e contestazioni. E’ lo stesso gruppo, solo per fare un esempio, che ha contestato Mario Balotelli esponendo uno striscione con la scritta “no alla Nazionale multietnica”.

[gmap]