Serbia-Croazia di pallamano,tifosi croati respinti

Pubblicato il 27 Gennaio 2012 18:03 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2012 18:21

BELGRADO, 27 GEN – Una sessantina di tifosi croati diretti a Belgrado per la partita Serbia-Croazia, semifinale dell'Europeo di pallamano in programma questa sera, sono stati respinti alla frontiera dalla polizia serba, perche' privi del biglietto per l'incontro.

Come ha riferito la Tanjug, i tifosi viaggiavano a bordo di due autobus che sono stati fermati al posto di frontiera di Batrovci. L'operazione, e' stato precisato, e' stata condotta in collaborazione con la polizia croata. Secondo varie fonti, a Belgrado – dove la tensione e' alta per la partita di stasera – si sarebbero recati gruppi di tifosi della Dinamo Zagabria e dell'Hajduk di Spalato, tifoserie note per i ripetuti scontri e incidenti di cui si sono rese protagoniste. Non meno di 5 mila poliziotti serbi sono mobilitati per garantire la sicurezza in occasione di Serbia-Croazia, un incontro ad altissimo rischio incidenti dopo le violenze dei giorni scorsi a Novi Sad (Nord della Serbia) dove tifosi croati sono stati aggrediti da bande di teppisti serbi, che hanno inoltre danneggiato numerose auto con targa croata.

I tifosi croati che arrivano muniti di regolare biglietto vengono scortati subito dopo l'ingresso in Serbia dalla polizia che li accompagna fino alla Beogradska Arena, l'impianto da 20 mila posti dove alle 20.15 e' in programma Serbia-Croazia.