Sergio Ramos: “Griezmann vuole il Pallone d’oro? Ma se non lo hanno vinto Totti e Buffon…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2018 22:03 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2018 22:03
Sergio Ramos: "Griezmann vuole il Pallone d'oro? Ma se non lo hanno vinto Totti e Buffon..."

Sergio Ramos: “Griezmann vuole il Pallone d’oro? Ma se non lo hanno vinto Totti e Buffon…”

MADRID (SPAGNA) – CR7 il passato, la quarta Champions League consecutiva il futuro. Comincia domani sera al Bernabeu con la Roma la corsa europea del Real Madrid campione in carica. Salutati l’asso portoghese e il tecnico artefice del ciclo vincente, Zidane, le merengue si preparano al debutto col solito obiettivo: alzare la coppa dalle grandi orecchie.

“Siamo molto orgogliosi di averne vinte tre di fila, e non è un caso. Siamo sempre affamati di vittorie. Partecipiamo a questa competizione convinti di poterla vincere, anche se la strada per la finale è molto lunga” spiega il capitano Sergio Ramos alla vigilia della sfida coi giallorossi. Le merengue però detengono il titolo da 843 giorni e non sembrano voler fermarsi solo perché Ronaldo ha deciso di passare alla Juventus.

“Cristiano qui a Madrid ha infranto tutti i record, ma oggi fa parte del passato e non possiamo vivere nel passato – ricorda il difensore -. Stagione dopo stagione iniziamo da zero. Ha lasciato un vuoto difficile da colmare quando se ne è andato ma penso che ci siamo riusciti con dei giocatori straordinari. Possiamo giocare agli stessi livelli di quando c’era lui”. Per alcuni anche meglio: “È vero che il suo stile di gioco un po’ ci condizionava. Aveva tantissime qualità però ora se ne è andato e il Real ha cambiato un po’ il suo stile di gioco. Questa è una caratteristica delle grandi squadre”.

E come tale il Real non vuole fallire la prima uscita in Champions davanti al proprio pubblico. “Sento un forte senso di responsabilità. Vogliamo giocare una grande partita, abbiamo molta ambizione” confessa il tecnico Julen Lopetegui, che condivide il punto d vista di Ramos di andare oltre Ronaldo: “Noi ci concentriamo soltanto sui calciatori che abbiamo. Questa è una rosa che può essere competitiva in tutte le competizioni a cui è iscritta, Champions inclusa”.

Riguardo alla Roma, invece, l’ex ct della Spagna è convinto che abbia una “rosa più completa” rispetto alla passata stagione. Inoltre può contare sulla conferma in panchina di Di Francesco: “L’allenatore è sempre lo stesso, quindi gli automatismi sono collaudati. L’anno scorso hanno eliminato Atletico e Barcellona, mi aspetto un avversario ancora più forte e credo sarà una partita straordinaria”.

“Griezmann vuole il Pallone d’Oro? Quanta ignoranza. Quando sento parlare questo ragazzo mi ricordo di Totti, Buffon, Raul, Casillas, Iniesta e non solo che hanno vinto tutto e non hanno vinto il Pallone d’Oro. Deve farsi consigliare meglio da Simeone, Koke o Godin”.