De Ligt uomo derby, Juve resta prima. Roma batte Napoli e vola al terzo posto

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 Novembre 2019 22:54 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2019 8:22
Serie A 11 giornata risultati gol Juventus Torino Bologna Inter Roma Napoli Zaniolo

Serie A, Zaniolo nella foto Ansa

ROMA – La Juve trionfa nel derby grazie ad un gol di De Ligt e resta in vetta alla classifica di Serie A. De Ligt che nel primo tempo aveva scatenato le proteste dei calciatori e dei tifosi del Torino che avrebbero voluto un rigore per un suo tocco di mano in area dopo una spizzata di testa di Belotti. Per De Ligt, è il quarto tocco con la mano nella sua area dopo quelli contro Inter, Lecce e Bologna. La Juve non ha brillato ma ha creato più occasioni da gol del Torino. Sirigu si è superato su Bonucci, De Ligt, Cristiano Ronaldo e Higuain. Se la

De Ligt gol Torino Serie A

De Ligt esulta dopo il gol al Torino, la Juve resta in vetta alla classifica di Serie A (foto Ansa)

Juve non ha brillato, anche l’Inter ha sofferto e non poco per piegare la resistenza di un grande Bologna. I nerazzurri sono andati sotto per un gol di Soriano, con deviazione decisiva di De Vrij, ma poi sono riusciti a ribaltare il match grazie ad una doppietta di Lukaku. 

L’ex centravanti del Manchester ha segnato a porta vuota, dopo una respinta di Skorupski su una girata di Skriniar, e su un rigore che ha scatenato le proteste dei calciatori e della dirigenza del Bologna. L’azione chiave del match nasce con Palacio che cade a terra al limite dell’area di rigore dell’Inter. L’arbitro non ha concesso né rigore, né punizione al Bologna, né è andato a rivedere l’episodio al var.

L’azione è proseguita ed è terminata nell’altra area di rigore dove Martinez è caduto a terra dopo un tocco lieve di Orsolini. L’arbitro ha concesso il rigore all’Inter, poi trasformato da Lukaku, senza andare a rivedere l’azione al var. Questo suo atteggiamento ha mandato su tutte le furie il Bologna che ha protestato a Sky con il suo direttore sportivo Walter Sabatini: “Il rigore dell’Inter non c’era e se l’arbitro ci avesse dato il fallo su Palacio, che invece c’era, la gara non sarebbe terminata così”. 

Dopo l’Inter, c’è la Roma. In attesa di Atalanta-Cagliari, che potrebbe riportare i bergamaschi davanti ai giallorossi, la squadra allenata da Fonseca ha vinto il big match contro il Napoli ed è volata al terzo posto in classifica. I giallorossi hanno battuto il Napoli grazie ai gol segnati da Zaniolo, su assist di Spinazzola dopo una bella apertura di Veretout, e dallo stesso ex centrocampista della Fiorentina su un rigore assegnato per un fallo di mano di Mario Rui su cross di Pastore. 

Il Napoli ha accorciato le distanze con Milik su cross di Lozano ma non è riuscito a giungere al pari. La squadra allenata da Ancelotti ha colpito anche due pali con Milik e Zielinski. La Roma ha fallito il primo rigore che le era stato assegnato per mano di Callejon con Kolarov (al secondo errore stagionale dopo quello contro il Lecce). Nel finale di partita, è stato espulso Cetin per un fallo da ultimo uomo su Llorente. La Roma ha vinto confermandosi squadra da zona Champions. 

Serie A, Torino-Juventus 0-1, gol: De Ligt.

Il Torino affronta il derby  di Serie A contro la Juventus con Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Ola Aina, Rincon, Meité, Baselli, Ansaldi; Verdi e Belotti. La Juventus risponde con Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Dybala e Cristiano Ronaldo.

Rigore Torino Juventus De Ligt mano arbitro var non concedono penalty

Mano di De Ligt, niente rigore per il Torino (fermo immagine Dazn)

Subito due episodi da moviola, uno per parte. Al 10′, Meité ha colpito il pallone con la mano su conclusione di Matuidi ma l’arbitro ha detto che non era rigore perché il tocco era involontario, poi la mano di De Ligt al 12′ su tocco di Belotti, anche in questo caso l’arbitro ha optato per l’involontarietà. In entrambi i casi, il braccio dei calciatori era attaccato al corpo. 

Al 27′, Cristiano Ronaldo è stato servito in maniera ottimale da Pjanic, la sua conclusione a rete è uscita di un soffio a Sirigu battuto. Al 36′, tiro in porta di Meite su cross di Belotti: palla fuori di un soffio.

Juve vicina al gol al 45′, su cross di Pjanic, colpo di testa a botta sicura di Bonucci, Sirigu ha deviato in calcio d’angolo con un grande colpo di reni. Sul corner successivo, altra parata miracolosa di Sirigu su una deviazione da due passi di De Ligt. Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero. 

Al 57′, Sirigu è stato bravo a respingere un bel diagonale di Cristiano Ronaldo. Al 69′, destro improvviso di Higuain che è stato deviato in calcio d’angolo da Sirigu. Juventus in vantaggio al 70′: su assist di Higuain, De Ligt ha segnato con il destro da due passi. E’ finita, la Juve ha trionfato nel derby ed è rimasta in vetta alla classifica del campionato italiano di calcio di Serie A. 

Serie A, Bologna-Inter 1-2, gol: Soriano e Romelu Lukaku (doppietta).

Il Bologna sfida l’Inter con Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Poli, Svanberg, Soriano; Orsolini, Palacio e Sansone. Conte risponde con Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Lazaro, Gagliardini, Brozovic, Barella, Biraghi; Lautaro Martinez e Lukaku.

Bologna subito vicino al gol. Al 2′, Sansone ha fatto partire un gran destro dalla distanza che è stato respinto miracolosamente da Handanovic alla sua destra. al 9′, Lautaro Martinez è stato dimenticato dalla difesa del Bologna, ha colpito il pallone con una bella girata ma ha dovuto fare i conti con un intervento prodigioso di Skorupski in calcio d’angolo. 

Al 33′, Lautaro Martinez aveva dribblato Skorupski e aveva segnato a porta vuota ma la sua rete è stata annullata perché era partito in fuorigioco. Al 40′, l’arbitro ha annullato un gol a Lukaku perché la palla era uscita sul cross dalla destra. Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero. 

Bologna in vantaggio al 59′, al primo affondo. Su assist di Svanberg, Soriano ha calciato da fuori area di rigore. La sua conclusione è stata toccata da De Vrij ed è terminata in rete alle spalle di Handanovic. Pareggio dell’Inter al 75′. Skorupski ha compiuto una parata miracolosa su una girata di Skriniar ma poi Lukaku ha segnato a porta vuota sulla sua ribattuta. 

Rigore Bologna Inter Martinez Orsolini arbitro non usa var

Rigore all’Inter per questo contatto tra Orsolini e Martinez (fermo immagine Sky Sport)

Al 90′, l’arbitro ha concesso un rigore all’Inter per un contatto tra Orsolini e Martinez nell’area del Bologna. Dagli undici metri, non ha fallito Lukaku al 9° gol in campionato. E’ finita, l’Inter ha vinto in rimonta a Bologna. 

Serie A, Roma-Napoli 2-1, gol: Zaniolo, Veretout su rigore e Milik. Meret ha parato un rigore a Kolarov.

La Roma è scesa in campo con Pau Lopez; Spinazzola, Cetin, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert e Dzeko. Risponde il Napoli con Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Ruiz, Zielinski, Insigne; Mertens e Milik.

La Roma è passata in vantaggio con una rete splendida costruita da Veretout, Spinazzola e Zaniolo. Il francese ha lanciato Spinazzola nello spazio, il terzino ha crossato dalla destra, Zaniolo ha controllato il pallone e ha fatto partire un sinistro potentissimo da fuori area di rigore, davanti agli occhi di un incredulo Manolas, che non ha lasciato scampo a Meret. 

Poi il var ha assegnato un rigore alla Roma per un fallo di mano di Callejon in anticipo su Smalling. Meret ha parato la conclusione di Kolarov alla sua destra. Il rigore parato ha dato fiducia al Napoli che ha sfiorato il pareggio in tre occasioni. Sul colpo di testa a botta sicura di Di Lorenzo ci ha pensato Smalling a salvare il gol sulla linea. 

Successivamente, il colpo di testa di Milik è stato respinto dalla traversa. Nella stessa azione, la difesa della Roma ha rinviato la sfera ma quest’ultima è giunta sui piedi di Zielinski che ha fatto partire un destro potentissimo che si è stampato sul palo a Lopez battuto. Il primo tempo è terminato con la Roma in vantaggio di un gol sul Napoli. 

Al 54′, l’arbitro Rocchi ha assegnato un rigore alla Roma per un fallo di mano netto di Mario Rui su cross dalla sinistra di Pastore. Dagli undici metri, non ha fallito Veretout. Visto l’errore precedente di Kolarov, la Roma ha cambiato rigorista.Il francese, che li tirava ai tempi della Fiorentina, è stato glaciale dagli undici metri. 

Al 67′, l’arbitro Rocchi ha sospeso la partita per i cori di discriminazione territoriale dei tifosi della Roma nei confronti dei napoletani. La gara è ripresa al 69′, dopo l’annuncio della speaker dello Stadio Olimpico, ma Rocchi ha minacciato di sospenderla definitivamente nel caso di nuovi cori offensivi. Al 71′, il Napoli ha segnato la rete dell’1-2 con Milik. Il bomber polacco ha segnato a porta vuota su cross dalla destra di Lozano. E’ finita, la Roma ha vinto 2-1 contro il Napoli.