Serie A, ripresa allenamenti: è scontro. Lotito favorevole, Marotta e i medici contrari

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 19 Marzo 2020 14:29 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2020 14:29
Serie A, ripresa allenamenti: è scontro. Lotito favorevole, Marotta e i medici contrari

Serie A, ripresa allenamenti: è scontro. Lotito favorevole, Marotta e i medici contrari (foto ansa)

ROMA – Come sempre i club di Serie A sono spaccati. Alcuni spingono per la ripresa immediata degli allenamenti mentre altri sono contrari perché non ritengono che ci siano le condizioni di sicurezza necessarie. 

Il “capitano” della squadra di quelli che vorrebbero riprendere subito gli allenamenti è Claudio Lotito, mentre quello dei contrari è Marotta, amministratore delegato dell’Inter. 

Per Lotito, i suoi dipendenti si sono riposati anche troppo e sarebbe giunto il momento di tornare al lavoro per preparare al meglio la ripresa dell’attività agonistica (non c’è ancora una data ufficiale ma si parla del 3 maggio a porte chiuse…).

Dall’altra parte, c’è Marotta che si fa forte del parere autorevole espresso dalla Federazione dei medici sportivi. Secondo questi medici, non è ancora il caso di riprendere perché il numero di calciatori contagiati sta crescendo e non il contrario. 

Il parere della Federazione dei medici sportivi è riportato dalla Gazzetta dello Sport: 

“è doveroso alla luce dell’attuale situazione di emergenza sanitaria raccomandare per le società professionistiche l’interruzione degli allenamenti collettivo almeno fino al 3 aprile”.

La Rosea riporta anche il parere della Libera associazione medici italiani del calcio (Lamica) presieduta dall’ex responsabile dello staff medico della Nazionale, il professor Castellacci:

“Esprimiamo tutto il nostro dissenso sull’idea di alcuni club di iniziare gli allenamenti precocemente, addirittura prima del 3 aprile”.

Insomma, Lotito vuole cominciare subito mentre Marotta ed i medici consigliano di riniziare l’attività agonistica ad inizio maggio (allenamenti compresi).