Serie A, vince solo l’Atalanta in zona Champions. Pareggi per Napoli, Roma e Lazio

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 6 Ottobre 2019 20:36 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 8:43
Serie A Atalanta Roma Lazio risultati gol 7 giornata

Serie A, Zapata porta l’Atalanta in zona Champions a suon di gol (foto Ansa)

ROMA – Atalanta grande protagonista del pomeriggio di Serie A. I nerazzurri, all’esordio nel loro nuovo stadio, hanno vinto agevolmente contro il Lecce e sono stati l’unica squadra a vincere in zona Champions. Il successo dell’Atalanta è reso ancora più importante dai pareggi delle rivali per un posto in Champions. Napoli, Roma e Lazio hanno pareggiato le loro partite e hanno perso ulteriore terreno nei confronti della squadra di Bergamo. 

L’Atalanta ha chiuso la partita in meno di un’ora. La Dea versione campionato è tutta un’altra squadra rispetto a quella che ha perso le prime due partite di Champions League della sua storia. In campionata, l’Atalanta è padrona del gioco e del campo. I nerazzurri hanno steso gli avversari grazie ai gol di Zapata, Gomez e Gosens. Il Lecce ha salvato l’onore con il gol della bandiera di Lucioni. Non sono queste le partite dove i salentini devono fare punti salvezza. 

Zero a zero per il Napoli quarto in classifica sul campo del Torino. Le due squadre hanno ingaggiato un bel duello nella zona mediana del campo ma le occasioni da gol non sono state molte. I campani hanno perso Hysaj per infortunio al 34′ del primo tempo. Per fortuna non si tratta di nulla di grave. 

Partita nervosa allo Stadio Olimpico tra la Roma ed il Cagliari. Tantissimi episodi da moviola. I sardi sono passati in vantaggio per un rigore assegnato dal VAR per un tocco tra il petto ed il braccio di Mancini. L’arbitro Massa è andato a consultare il VAR e ha assegnato il tiro dagli undici metri ai sardi. Dal dischetto, non ha sbagliato Joao Pedro. 

Poco dopo, la Roma è riuscita a pareggiare il match con un autogol di Ceppitelli. Il calciatore dei sardi, ha segnato nella sua porta per anticipare Dzeko, che altrimenti avrebbe segnato agevolmente a porta vuota, su cross dalla destra di Kluivert. Nel finale di partita, la Roma aveva segnato il gol del due a uno con Kalinic grazie ad uno svarione tra Pisacane e Olsen ma la rete è stata annullata per una spinta del croato sull’ex centrale della Ternana. 

Pisacane si è fatto male per lo scontro con il suo portiere ed è uscito dal campo dopo essere rimasto a lungo in barella. Per questo motivo il gioco è rimasto fermo per ben cinque minuti e la gara si è conclusa solamente al 100′. Dopo il fischio finale, Fonseca se l’è presa con l’arbitro per il gol annullato a Kalinic ed è stato espulso. Fonseca non protestava tanto per la rete annullata quanto per l’atteggiamento dell’arbitro che si è anche rifiutato di andare a vedere il VAR (come invece aveva fatto nel primo tempo in favore dei sardi). 

Pisacane per fortuna sta bene mentre Dzeko e Diawara staranno fuori per quattro settimane. L’attaccante bosniaco, che salterà gli impegni della Nazionale per infortunio, si è fratturato lo zigomo e sarà costretto ad operarsi. L’ex centrocampista del Bologna ha rimediato una lesione al menisco del ginocchio sinistro. 

Anche a Bologna, come nelle altre partite di Serie A, non sono mancati gol e botte. I padroni di casa sono passati in vantaggio con un colpo di testa di Krejci su cross dalla destra di Orsolini. Poi Immobile ha firmato il sorpasso con una bella doppietta ma Palacio ha fissato il risultato sul due a due da due passi. All’88’, Correa ha fallito un calcio di rigore. Lo ha tirato lui perché Immobile, che è il rigorista della squadra, era stato sostituito da Inzaghi. La gara è terminata dieci contro dieci per le espulsioni di Lucas Leiva e Medel.