Serie A, Cosmi e Marino: il numero degli esoneri sale a tredici

Pubblicato il 4 Aprile 2011 10:01 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2011 10:01

Serse Cosmi (LaPresse)

PALERMO- Due in un giorno. Il 31/o turno della serie A causa un doppio cambio in panchina, portando a 13 il totale dall’inizio del campionato. Nel pomeriggio ecco l’esonero di Pasquale Marino, allontanato dal Parma dopo il ko interno con il Bari.

A tarda sera, poi, tocca a Serse Cosmi, al quale e’ fatale il 4-0 incassato dal Palermo a Catania. Ormai piu’ della meta’ delle squadre hanno cambiato guida tecnica, alcune due volte. A Palermo, ad esempio, torna Delio Rossi, cacciato il 28 febbraio.

Il giorno prima i rosanero erano stati travolti 7-0, in casa, dall’Udinese. L’ultima testa a cadere, prima di oggi, era stata quella di Mimmo Di Carlo, il 7 marzo, anche lui dopo una sconfitta casalinga, il 3-2 della Samp con il Cesena del giorno prima. Per il primo esonero della stagione 2010-’11 non c’e’ nemmeno bisogno di attendere il via del campionato: a fine agosto il Bologna licenzia Franco Colomba. Arriva Alberto Malesani.

All’inizio di novembre tocca al tecnico del Genoa Gianpiero Gasperini lasciare la panchina del Grifone. Gli subentra Davide Ballardini. A meta’ novembre via l’allenatore del Cagliari Pierpaolo Bisoli, che lascia il posto a Roberto Donadoni. All’inizio di dicembre, comincia la ‘staffetta’ al Brescia: via Iachini, al suo posto Beretta. A Natale invece c’e’ l’epilogo della breve storia all’Inter di Rafa Benitez: subito dopo la vittoria nel Mondiale per club, il presidente nerazzurro Massimo Moratti da’ il benservito allo spagnolo, chiamando l’ex milanista Leonardo a guidare i neo campioni del mondo.

Dopo la pausa natalizia la prima panchina a saltare e’ quella del Catania che il 18 gennaio passa da Marco Giampaolo all’argentino Diego Pablo Simeone, ex Inter e Lazio. Il 30 il Brescia esonera Beretta richiamando alla guida della squadra Iachini che era stato a sua volta licenziato meno di due mesi prima. Due panchine, quelle di Brescia e Bari, in qualche modo legate, visto che l’esonero di Giampiero Ventura (10 febbraio) era giunto proprio dopo la sconfitta per 2-0 con i lombardi, tornati con Iachini in panchina. Al posto di Ventura sulla panchina barese arriva Bortolo Mutti. Genoa fatale infine per le sorti come allenatore della Roma di Claudio Ranieri. Dopo la sconfitta per 4-3 (con i giallorossi in vantaggio 3-0), nella serata del 20 febbraio il tecnico testaccino rassegna le sue dimissioni dando il la’ all’arrivo a Trigoria il giorno seguente dell’ex goleador Vincenzo Montella.