Serie A, da Donadoni ad Arrigoni: i tredici esoneri

Pubblicato il 21 Febbraio 2012 9:15 | Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio 2012 9:15

Daniele Arrigoni (LaPresse)

CESENA – Con Daniele Arrigoni, il cui contratto con il Cesena e’ stato stasera ”rescisso consensualmente”, sono ben 13, dopo 24 giornate, gli allenatori esonerati in serie A (piu’ di uno ogni due incontri).     Prima di Arrigoni era stata la volta, il 30 gennaio scorso, di Attilio Tesser, sostituito sulla panchina del Novara da Emiliano Mondonico.

In precedenza, era stato Franco Colomba, licenziato dal Parma il 9 gennaio, dopo il 5-0 incassato contro l’Inter: al suo posto c’e’ adesso Roberto Donadoni, primo a saltare ad agosto quando era al Cagliari. E proprio il Cagliari, assieme al Palermo, ha finora il primato di cambi di allenatore: due a testa.

Prima di Colomba gli ultimi a restare senza squadra erano stati Alberto Malesani (allontanato dal Genoa il 22 dicembre per far posto a Pasquale Marino) e Devis Mangia (silurato dal Palermo il 19 dello stesso mese, squadra affidata a Bortolo Mutti). Dicembre amaro anche per Eusebio Di Francesco, cacciato dal Lecce a beneficio di Serse Cosmi.

Nel mese di novembre era giunto il cambio di guida a Firenze e Cagliari. Il 7 i viola hanno sostituito Sinisa Mihajlovic con Delio Rossi, mentre il giorno dopo e’ toccato a Massimo Ficcadenti. Per lui solo 10 giornate sulla panchina rossoblu’, ereditata a meta’ agosto dall’esonerato Roberto Donadoni. Il 9 novembre e’ arrivato sull’isola Davide Ballardini.

Dopo Donadoni, e’ toccato a Stefano Pioli (Palermo, anche lui prima che cominciasse il campionato), Gian Piero Gasperini (Inter, sostituito da Claudio Ranieri), Pierpaolo Bisoli (Bologna) e Marco Giampaolo (Cesena).    Il terzo esonero della stagione 2011-12, quello di Gasperini dalla panchina dell’Inter, e’ stato il piu’ sofferto. Alla fine Massimo Moratti ha deciso l’avvicendamento il 21 settembre, dopo la sconfitta esterna a Novara.

Bisoli e’ stato esonerato il 4 ottobre, dopo la sconfitta del Bologna per 2-0 a Udine, che relegava i rossoblu’ in fondo alla classifica con un solo punto, insieme con Cesena e Lecce. Al suo posto e’ stato chiamato Stefano Pioli. Sotto la sua guida la classifica del Bologna si e’ ripresa.

Il 30 ottobre era toccato a Marco Giampaolo, esonerato dal presidente Igor Campedelli dopo la sconfitta a Parma per 2-0, che lasciava il Cesena fanalino di coda a soli 3 punti. Al suo posto e’ arrivato Daniele Arrigoni, cui e’ stato dato il benservito stasera e che potrebbe essere rimpiazzato proprio da Giampaolo.