Serie A. Empoli-Carpi streaming – diretta tv: dove vedere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Dicembre 2015 15:07 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2015 15:08

ROMA – Empoli-Carpi, partita valida per la sedicesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A (classifica e risultati qui), verrà trasmessa in diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium alle ore 15.00 ed in diretta streaming su SkyGo e Premium Play alla stessa ora. Sky Go e Premium Play sono applicazioni che permettono agli abbonati Sky e Premium di vedere le partite su pc, tablet e cellulari smartphone.

Gli anticipi del sabato.
Missione compiuta per il Palermo che batte il Frosinone nella sfida salvezza. Un netto 4-1 che spazza, almeno per i momento, le nubi sopra il Barbera. Il Frosinone lotta solo per un tempo, lasciando spesso l’iniziativa ai rosanero. Porta, quindi, ottimi frutti la rivoluzione di Ballardini, che propone Struna terzino al posto di Rispoli, ma soprattutto Trajkovski e Djurdjevic in attacco davanti a Vazquez (Gilardino in panchina). Il Palermo prende un palo con il bomber serbo dopo 40 secondi, e va in gol al 5′ con Goldaniga. Il difensore, forse in fuorigioco, approfitta di un’indecisione della difesa ospite per mettere in rete una punizione di Hiljemark. Lo svedese prende un altro palo al 11′ con un gran destro da oltre venti metri. In mezzo, al 6′, grande occasione per il Frosinone con Diakitè che divora il pareggio non riuscendo a segnare da pochi passi su una punizione dalla sinistra. Il Palermo ha più fame e raddoppia al 17′: Chochev serve in verticale Vazquez, che entra in area di rigore e non sbaglia. Con il doppio vantaggio il Palermo si rilassa. E’ un errore. I laziali, infatti, riescono ad accorciare le distanze al 24′ con Sammarco, bravo a ribattere in rete un tiro di Dionisi respinto da Sorrentino (alla centesima partita in rosanero). Il nervosismo prende il sopravvento nella sfida salvezza tra i siciliani e i laziali. Scintille in area tra Blachard e Djurdjevic che vengono ammoniti, poi i due si scontrano in area nel finale di tempo, ma per Doveri è tutto regolare. Nella ripresa, Ballardini inserisce Gilardino al posto di Djurdjevic. E’ il Frosinone a pressare per il pareggio e lo sfiora al 9′ con un’azione tutta in verticale. Pavlovic trova Ciofani che in tuffo di testa manda il pallone a lato. Ci vuole un capolavoro di Trajkovski per ridare tranquillità al Palermo. Al 15′ il macedone, sulla sinistra, rientra e lascia partire un destro la cui parabola perfetta finisce all’incrocio dei pali. Chiude i conti al 42′ Gilardino che approfitta di una corta respinta di Leali su colpo di testa di Chochev. Il Palermo cerca così di uscire dall’incubo di una nuova retrocessione, anche se i tifosi continuano a contestare il presidente Maurizio Zamparini fino all’ultimo minuto. Diventa più difficile il percorso del Frosinone, che vede allontanarsi la salvezza.

Tra Sassuolo e Torino ha vinto la nebbia. Gara rinviata a data da destinarsi, dopo tre sopralluoghi effettuati dall’arbitro Celi insieme ai capitani delle due squadre Glik e Cannavaro. Il primo alle 18,01, il secondo alle 18,04 e l’ultimo, e decisivo, alle 18,18 quando si è preso atto dell’impossibilità di disputare il match, ufficializzata poi dallo speaker alle 18,30. Del resto, la situazione era critica già quando le squadre erano arrivate allo stadio, un’ora e mezzo prima del fischio iniziale che non c’è stato, e la coltre che avvolgeva il Mapei Stadium si è inspessita con il passare dei minuti. Difficile pensare ad un recupero a breve, sia per le condizioni del tempo, ma anche perché il Torino, al contrario del Sassuolo, dovrà giocare la prossima settimana in Coppa Italia. È probabile dunque che la gara slitti nell’anno nuovo. In serata il Sassuolo ha informato che i biglietti saranno validi per la gara di recupero. Ma sarà anche possibile chiedere il rimborso.