Serie A, Genoa-Cagliari 5-3: le pagelle

Pubblicato il 15 Marzo 2010 13:40 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2010 13:40

Giuseppe Sculli

GENOA

AMELIA 6,5: non viene mai chiamato in causa, tranne che nel finale, ma incassa tre gol.
SOKRATIS 6: un passo indietro rispetto alle ultime impeccabili prestazioni.
BOCCHETTI 5,5: non ripete la partitona di San Siro. Ingenuo a perdere palla e a causare il rigore su Cossu.
MORETTI 5,5: non commette errori evidenti ma sul gol di Dessena appare fuori posizione.
(MESTO 6,5): ottima impronta sul match.
ROSSI 7,5: giganteggia in tutte le zone del campo, contiene Cossu e realizza l’ennesimo eurogol della propria straordinaria stagione.
MILANETTO 7: il gol che chiude la partita costituisce il giusto premio per una partita maestosa.
ZAPATER 7: ritrova il gol dopo lungo tempo, a suggello di una delle prestazioni più convincenti dal suo arrivo in Italia.
(JURIC 6): mezz’ora di buon livello.
CRISCITO 5,5: arretra spesso sulla linea dei difensori per dar manforte ai compagni anche se commette qualche leggerezza di troppo.
PALACIO 8: devastante. Segna un gol, si procura il rigore e propizia le marcature di Sculli, Rossi e Milanetto.
SCULLI 7,5: i due pali ad inizio gara non lo scoraggiano e, nel momento topico della gara, segna un gol importantissimo. Fa reparto da solo combattendo come un leone. Sarà merito del premio di Pianetagenoa?
PALLADINO 6,5: sta recuperando la forma migliore. Adesso gli manca solo il gol.
(KHARJA 6): il rientro dopo oltre cinque mesi di inattività costituisce l’ennesima buona notizia della giornata rossoblù.

CAGLIARI

MARCHETTI 6,5: sarà pur bravo, ma quando si trova di fronte giocatori così precisi deve arrendersi anche lui. Buon intervento nella ripresa su Sculli. Corregge sul palo i tiri di Sculli e Rossi.
MARZORATTI 5: non la vede quasi mai.
ASTORI 5,5: di lui si dice un gran bene ma contro il Genoa soffre per novanta minuti.
ARIAUDO 5,5: di testa è affidabile ma il Genoa gioca palla a terra…
AGOSTINI 5: Palacio lo espone ad una brutta figura dopo l’altra.
BIONDINI 5,5: il chiaro esempio di quando l’agonismo non basta.
DESSENA 6,5: uno dei più convincenti al di là del gol.
CONTI 6,5: altro elemento imprescindibile per il gioco del Cagliari.
COSSU 7: ha mille soluzioni per superare il marcatore di turno. Merita la convocazione per i mondiali.
LARRIVEY 6: grande movimento ma poco di più.
(JEDA SV)
MATRI 7: in proiezione futura può diventare un campione.
(NENE’ SV)

Claudio Baffico

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SU PIANETAGENOA1893.NET