Serie A: il Siena non teme l'ex Giampaolo

Pubblicato il 20 Ottobre 2011 16:16 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2011 16:27

SIENA – Domenica all'Artemio Franchi-Montepaschi Arena torna, per la prima volta da avversario, l'ex allenatore bianconero Marco Giampaolo. L'attuale tecnico del Cesena ha lavorato a Siena dall'estate del 2008 fino all'autunno del 2009, vivendo da protagonista il momento piu' alto e l'inizio di quello piu' basso in serie A.

Nel campionato 2008/2009 il suo Siena raggiunse la soglia dei 44 punti, eguagliando il primato stabilito l'anno precedente sotto la gestione di Mario Beretta.

Quella squadra, formata tra gli altri da Maccarone, Galloppa, Portanova, Kharja, Zuniga, condusse un campionato di tutta tranquillita', raggiungendo l'obiettivo della salvezza ben prima della conclusione del torneo.

Poi, nell'estate del 2009, cambio' tutto: Giampaolo, vicino al trasferimento prima alla Juventus e poi al Torino non venne liberato da Lombardi Stronati e, 'prigioniero' del contratto biennale, rimase cosi' alla guida di una squadra privata prima di Zuniga, Galloppa e Kharja, poi a meta' agosto anche di Portanova, scatenando il malumore della piazza. Un Siena nettamente indebolito dal mercato parti' a singhiozzo, raggranellando soltanto cinque punti nelle prime nove partite. Alla decima giornata a Bologna ancora una sconfitta: il viaggio di ritorno vide scatenare la furia dei tifosi bianconeri che attesero il pullman della squadra di rientro dall'Emilia per insultare giocatori e tecnico, con quest'ultimo gia' nel mirino nei giorni precedenti quando era stato pesantemente contestato nel corso di un allenamento.

La societa' esonero' Giampaolo affidando la squadra al tecnico della Primavera Baroni. Tutto inutile, al termine del campionato ci sara' la retrocessione. Domenica Giampaolo torna, e' facile prevedere un'accoglienza a base di fischi da parte del pubblico bianconero.