Serie A, Inter-Catania 2-1: Le pagelle della partita

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 24 Ottobre 2009 22:38 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2009 22:44

Inter-Catania: Muntari realizza il gol dell'1-0

Campionato di Serie A, anticipo della nona giornata- L’Inter di Josè Mourinho batte il Catania e risponde alla grande alla Sampdoria di Delneri. I nerazzurri si riportano al comando del campionato. Ecco le pagelle della partita:

Inter:

JULIO CESAR 5- Partita poco impegnativa per l’estremo difensore dell’Inter. Solamente Gennaro Delvecchio e Morimoto cercano di creargli qualche grattacapo. Il portiere brasiliano, nelle rarissime occasioni in cui viene impegnato, se la cava alla grande. Nel finale commette una paperissima sul tiro da fuori di Llama, sulla ribattuta stende Plasmati e regala al Catania il calcio di rigore dell’1-2.

MAICON 6- Non la sua migliore partita. Mourinho lo rimprovera spesso per la sua leggerezza. Sembra scendere in campo deconcentrato. Non soffro mai Llama ma sarebbe preferibile maggiore attenzione in fase difensiva.

LUCIO 6.5- Il capitano del Brasile, oggi orfano del compagno di reparto Samuel, gioca una gara di grande livello. Se la cava alla grande su Izco e Morimoto. Fa a sportellate con Delvecchio.

CORDOBA 6- Sostituisce Samuel, fuori per turnover, e si fa trovare pronto. Un difensore sul quale Josè Mourinho sa di poter fare affidamento. Da vita ad un duello tutta velocità e reattività con Morimoto.

CHIVU 6.5- In questo momento dà maggiori garanzie rispetto al giovane Santon. Quando il rumeno è supportato da una condizione fisica decente non ha rivali. Veloce e tecnico sulla fascia sinistra del campo. Difficile pretendere di più da un terzino.

VIEIRA 7- Gara molto buona da parte del centrocampista della Nazionale Francese. In mezzo al campo i suoi centimetri ed i suoi kili fanno la differenza. Biagianti e Carboni non riescono a contenerlo. Prende una traversa incredibile con un bolido da dentro l’area di rigore.

MUNTARI 6.5- Il centrocampista del Ghana ha il grandissimo merito di portare in vantaggio l’Inter, grazie anche al velo involontario di Eto’o, con un tiro cross tagliato da fuori area di rigore. Il Ramadan ed il peggio sembrano passati per Muntari.

J.ZANETTI 6- Il capitano dell’Inter ci mette la consueta determinazione e corsa. Alle volte appare troppo falloso sui connazionali Llama e Carboni. Soffre un pò la tecnica ed il dinamismo di Izco. Giocatore di sicuro affidamento.

SNEIJDER 7.5- La mente dell’Inter. Quando la squadra non rende in Champions League è perchè l’olandese non è all’altezza dei suoi livelli. Segna su punizione il gol del 2-0 che vale anche il suo secondo gol in Serie A. La sua tecnica è fondamentale in cabina di regia. Mourinho può contare su di lui ad occhi chiusi.

BALOTELLI 6.5- Le critiche di Mourinho fanno bene al giovane Mario. Il centravanti dell’Under 21 si dà un gran da fare. Anche quando non trova la via del gol, o non riesce a tirare verso la porta avversaria, corre e si libera dalla marcatura avversaria. Buonissima prestazione.

ETO’O 6- Non combina un granchè. In occasione del primo gol di Muntari liscia il pallone. Questo suo velo involontario inganna l’estremo difensore del Catania Campagnolo. Ha bisogno di trovare la via del gol con maggiore continuità.

STANKOVIC 6- Sette presenze in campionato e tre gol. Il suo score stagionale parla per lui. Il rendimento del serbo è molto elevato. Entra e sfiora il gol con un gran numero. Nell’occasione è bravo Spolli a mettersi davanti al centrocampista e a contrarre il suo tiro in porta. Giocatore prezioso per Josè Mourinho e per l’Inter.

KHRIN 6- Il giovane centrocampista della primavera entra in campo e gioca dieci minuti di buonissimo livello. Ha corsa e qualità tecnica. Prova la via del gol con un colpo di testa dal limite dell’area di rigore. Altro gettone di presenza guadagnato.

MATERAZZI 6- Subentra negli ultimi cinque minuti di partita per contenere Gianvito Plasmati. Ci mette tutta la sua esperienza e la sua fisicità. Inserirlo in campo è stata una scelta molto azzeccata.

Catania:

CAMPAGNOLO  4.5- I tifosi del Catania rimpiangono l’assenza di Andujar. Il suo score nel primo tempo è imbarazzante: 3 tiri, 2 gol ed una traversa. Anzi due tiri e mezzo perchè quello di Muntari era più che altro un cross tagliato. Il portiere degli etnei è apparso troppo arrugginito.

CAPUANO 6- Merita la sufficienza perchè, pur non difendendo al meglio, non ha mai smesso di crederci. C’è il suo piede in tutte le manovre offensive del Catania. Un giocatore positivo per i rossoblù.

SPOLLI 5- Partita negativa per il difensore centrale argentino. Ruvido, troppo, nei suoi interventi. Causa un macroscopico calcio di rigore per un fallo da tergo su Balotelli che l’arbitro non concede.

SILVESTRE 5- Stessa valutazione del compagno di reparto Spolli. Naufragano insieme. Eto’0 e Balotelli, sia per la loro velocità che per la loro tecnica, sono clienti scomodissimi per i due legnosi difensori centrali.

POTENZA 5.5- Nullo in fase offensiva, se la cava leggermente meglio in fase offensiva. Si impegna e lotta durante tutto l’arco del match ma non è all’altezza della situazione. Può fare di più.

BIAGIANTI 5- Gara molto negativa per uno dei migliori centrocampisti della Serie A. Il ragazzo in passato ha avuto esperienze anche in Nazionale, oggi appare un mediano in grandissima difficoltà. Lo scarso valore della squadra non lo aiuta.

CARBONI 5.5- Il centrocampista argentino gioca molto meglio di Biagianti. Si fa sentire sia in fase offensiva che in fase di copertura. Unico, grande, neo: sbaglia moltissimi passaggi. Devo migliorare dal punto di vista tecnico.

IZCO 4.5- Se consideriamo le sue qualità tecniche, il centrocampista Sud Americano è colpevolmente uno dei peggiori in campo. Atzori lo punisce sostituendolo ad inizio secondo tempo. Ha sbagliato partita.

DELVECCHIO 6- Merita la sufficienza perchè, nonostante non produce un granchè in fase offensiva, si batte con orgoglio e determinazione. I suoi centimetri sono fondamentali nel duello rusticano con Lucio. Non trova il gol con una gran botta da fuori area di rigore.

LLAMA 6.5- Buona gara da parte del trequartista argentino. Mette in difficoltà più volte sia Maicon che Javier Zanetti. Una delle poche note liete del Catania nella serataccia di San Siro. La sua tecnica è fondamentale per la manovra offensiva degli etnei. Dal suo tiro da fuori area di rigore scaturisce l’azione del rigore a favore del Catania.

MORIMOTO 5.5- Il centravanti della Nazionale Giapponese non riesce ad impostare la partita secondo le sue caratteristiche. Viene servito sempre con palloni alti e questo non gli consente di partire, come vorrebbe, in velocità.

MASCARA 6.5- L’attaccante del Catania è nel giro della Nazionale di Marcello Lippi e dimostra di esserlo con merito. Pur non essendo al meglio della condizione fisica, si muove con grande pericolosità ed intelligenza. Le sue giocate accendono il Catania. Realizza con grandissima freddezza il calcio di rigore dell’1-2.

LEDESMA 5.5- Combina poco in mezzo al campo. Ha il piede da centrocampista di qualità ma il suo dinamismo è troppo limitato. Dovrebbe sveltirsi nelle giocate. Sul ragazzo si può lavorare con ottimismo.

PLASMATI 6.5- Rimasto troppo tempo in panchina. Non appena entra in campo mette in crisi i difensori dell’Inter. Lui e Mascara sono una coppia d’attacco molto ben assortita. Guadagna il calcio di rigore con grande astuzia e tecnica: dribbla Julio Cesar che non può far altro che stenderlo. Ottima prestazione per Plasmati.