Serie A: Inter scivola al 3° posto, colpo salvezza del Genoa nel derby, Brescia retrocesso in B

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 22 Luglio 2020 23:47 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2020 23:47
Serie A: Inter scivola al 3° posto, colpo salvezza del Genoa nel derby, Brescia retrocesso B

Serie A: Inter scivola al 3° posto, colpo salvezza del Genoa nel derby, Brescia retrocesso in B (foto Ansa)

Serie A, l’Inter dice addio allo scudetto. I nerazzurri sono stati bloccati dalla Fiorentina e sono scivolati al 3° posto. Colpo salvezza del Genoa nel derby, Brescia matematicamente in B.

Niente scudetto per l’Inter. La squadra di Conte è stata bloccata in casa dalla Fiorentina ed è scivolata al terzo posto in Serie A. Adesso alla Juve basta il successo contro l’Udinese per vincere il tricolore con tre giornate d’anticipo.

In zona Europa League, goleada della Roma sul campo della Spal e sconfitta del Napoli sul campo del Parma. In questo momento i giallorossi raggiungerebbero il Napoli nella fase a gironi di Europa League mentre il Milan dovrebbe partire dai preliminari.

Tutto fatto, o quasi, anche in zona salvezza. Il Genoa ha trionfato nel derby contro la Sampdoria e ha agganciato l’Udinese a quota 36 punti. Entrambe le squadre hanno quattro punti di vantaggio sul Lecce a tre giornate dal termine. Salvo miracoli negli ultimi tre turni, i salentini sono destinati a retrocedere in Serie B.

Serie A, Inter-Fiorentina 0-0 

I nerazzurri dicono addio allo scudetto dopo un pari interno contro la Fiorentina. L’Inter è stato fermato dalle grandi parate di Terracciano e dai pali colpiti da Lukaku e Sanchez.

Sampdoria-Genoa 1-2,  gol: Criscito (rigore), Gabbiadini e Lerager.

Genoa avanti nel derby contro la Sampdoria grazie ad un rigore trasformato con freddezza dalla bandiera rossoblù Mimmo Criscito. Il tiro dagli undici metri è stato assegnato per un fallo di Colley ai danni di uno scatenato Goran Pandev.

La Sampdoria ha pareggiato i conti con un lampo improvviso di Manolo Gabbiadini. Bonazzoli ha calciato in porta, la palla è arrivata a Gabbiadini dopo una deviazione decisiva di Criscito. Il centravanti blucerchiato ha segnato facilmente da due passi.

Gol annullato al Genoa  a fine primo tempo. Lerager era andato in gol ma l’arbitro lo ha annullato perché grazie al var ha notato un fuorigioco millimetrico di Romero.

Nella ripresa, il Genoa è andato a vincere il derby di Serie A contro la Sampdoria grazie ad una bella rete di Lerager.

Stavolta nessuno può toglierglielo perché il gol è palesemente regolare. Lerager ha fatto partire un destro rasoterra dal limiti dell’area di rigore della Sampdoria che è andato ad infilarsi a fil di palo.

Spal-Roma 1-6, gol: Kalinic, Cerri, Perez, Kolarov, Bruno Peres (doppietta) e Nicolò Zaniolo.

La Roma è passata in vantaggio al 12′ con Kalinic. L’ex centravanti della Fiorentina ha raccolto una respinta difettosa di Letica su un tiro di Pellegrini e ha insaccato da due passi il suo quarto gol in campionato.

La Spal ha pareggiato i conto al 25′ con una rete del bomber Cerri. Il centravanti della squadra di Ferrara ha segnato di testa su cross dalla trequarti campo di Mirko Valdifiori. Cerri è  stato bravo a sovrastare Kolarov e ad insaccare in rete.

La Roma ha chiuso la prima frazione di gioco sul risultato di 2 a 1 grazie alla prima marcatura in Serie A di Perez. L’ex calciatore del Barcellona è partito dalla destra, si è accentrato, e ha fatto partire un gran sinistro che non ha lasciato scampo a Letica.

Nella ripresa, i giallorossi hanno dilagato a Ferrara con le reti di Kolarov, gran tiro dalla lunga distanza, e di Bruno Peres, autore di una doppietta.

Poco prima del fischio finale, Zaniolo ha segnato una rete capolavoro. E’ partito in progressione da centrocampo e ha battuto Letica con un gran tiro sotto la traversa.

Parma-Napoli 2-1, gol: Caprari (rigore), Insigne (rigore) e Kulusevski (rigore).

Passo falso del Napoli sul campo del Parma. La squadra allenata da Rino Gattuso è scivolata al settimo posto in classifica ma è comunque certa della partecipazione alla prossima Europa League perché ha vinto la Coppa Italia.

E’ stata una gara segnata dai rigori. Infatti tutte le reti sono state realizzate dal dischetto. Il Parma è andato in gol con Caprari e con Kulusevski mentre il Napoli ha segnato la rete del momentaneo uno a uno con Insigne.

Lecce-Brescia 3-1, gol: Lapadula (doppietta), Dessena, Saponara.

Il Lecce ha sbloccato la sfida salvezza con una rete dell’ex centravanti del Milan Gianluca Lapadula. I salentini hanno chiuso il primo tempo sul doppio vantaggio perché Lapadula ha raddoppiato. 

Nella ripresa, il Brescia ha accorciato le distanze con Dessena. Poco dopo è arrivato il gol del definitivo 3 a 1 di Saponara. Sconfitta amara per il Brescia che adesso è retrocesso matematicamente in Serie B.

Torino-Verona 1-1, gol: Borini (rigore), Zaza.

Il Verona è passato in vantaggio a Torino grazie ad un calcio di rigore trasformato dall’ex Roma e Milan Fabio Borini ma i granata hanno pareggiato i conti con una rete del bomber Zaza.