Serie A: passo falso dei campioni d’Europa, Inter-Sampdoria 1-1

Pubblicato il 24 Ottobre 2010 22:42 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2010 22:45

Serie A, Inter-Sampdoria 1-1. Gol: Stefano Guberti 61′ (S). Samuel Eto’o 80′ (I).

Passo falso dei campioni d’Europa dell’Inter. I nerazzurri hanno pareggiato 1-1 in casa contro la Sampdoria.

Durante il primo tempo fa più gioco l’Inter, che però a conti fatti rimane imbrigliata nella tattica difensiva predisposta dall’allenatore della Sampdoria Mimmo Di Carlo.

Per i nerazzurri parecchie occasioni potenziali, ma di fatto Gianluca Curci deve esibirsi solo su due incursioni in area di Lucio e Coutinho. Nei rari contropiede, Samp molto pericolosa: sui piedi di Pazzini (bene Julio Cesar) e Cassano, anticipato da Zanetti, le migliori chance per i doriani.

Nella ripresa si accende il match. La Samp passa in vantaggio grazie ad una bella giocata sull’asse Cassano-Guberti, l’Inter pareggia con un duetto tra Coutinho ed Eto’o. Nelle fasi finali della partita le squadre si accontentano del pareggio e a San Siro finisce 1-1.

80′ Eto’o realizza da due passi su assist di Coutinho. Siamo 1-1.

70′ Coutinho supera in dribbling Zauri e Volta ma, a tu per tu con Curci, tira clamorosamente a lato.

61′ La Sampdoria passa in vantaggio a Milano. Grande numero di Cassano, assist per Guberti che di mezza rovesciata batte J.Cesar.

Il primo tempo termina sul risultato di 0-0. Partita equilibrata.

45′ Sgroppata di Biabiany, cross perfetto per Eto’o che sfiora la rete del vantaggio.

33′ Curci esce bene su Maicon e blocca una palla gol per l’Inter.

25′ Bell’azione tra Cassano e Pazzini. La conclusione del barese è ben parata da Julio Cesar.

13′ Partita vivace. Coutinho salta Volta ma si fa ipnotizzare da Gianluca Curci.

Blitz ti fa seguire la partita in streaming diretta live in tempo reale da San Siro cliccando qui.

Le formazioni scelte da Rafa Benitez dell’Inter e Mimmo Di Carlo della Sampdoria.

Inter (4-2-3-1): 1 Julio Cesar, 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 19 Cambiasso; 27 Pandev, 10 Sneijder, 29 Coutinho; 9 Eto’o. (12 Castellazzi, 23 Materazzi, 39 Santon, 8 Thiago Motta, 11 Muntari, 40 Obi, 88 Biabiany). All.: Benitez Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Mariga, Suazo, Milito, Stankovic, Rivas.

Sampdoria (4-3-1-2): 85 Curci, 78 Zauri, 26 Volta, 28 Gastaldello, 3 Ziegler, 11 Koman, 17 Palombo, 12 Tissone, 8 Guberti, 99 Cassano, 10 Pazzini (1 Da Costa, 19 Cacciatore, 5 Accardi, 7 Mannini, 16 Poli, 89 Marilungo, 9 Pozzi). All.: Di Carlo.

L’ultimo gol ufficiale segnato dalla Sampdoria in casa dell’Inter risale al 16 settembre 2006 quando, in serie A, fu pareggio per 1-1. Il gol ligure venne realizzato da Flachi su rigore al 48′: da allora sono trascorsi i restanti 42′ di quel match, piu’ le 5 intere gare successive (0-0 nella coppa Italia 2006/07, vittorie interiste per 3-0 ed 1-0 rispettivamente nella serie A 2007/08 e 2008/09, successo nerazzurro per 1-0 nella coppa Italia 2008/09 e 0-0 nella serie A 2009/10), per un totale di 492′ di digiuno blucerchiato. L’Inter non perde una gara ufficiale in casa dal 26 novembre 2008 quando, in Champions League, venne sconfitta per 0-1 dal Panathinaikos. Nelle seguenti 51 gare interne, i nerazzurri hanno un bilancio di 39 vittorie e 12 pareggi. La formazione nerazzurra e’ una delle 2 squadre della serie A 2010/11 ad aver finora segnato con il minor numero di giocatori diversi: sono appena 3, come per il Cesena. I 3 nerazzurri finora in gol sono stati Eto’o, Lucio e Milito. David Suazo, se gioca, taglia il traguardo delle 300 presenze in campionati italiani, dove somma finora 152 gettoni in serie A e 147 in B con le maglie di Cagliari, Inter e Genoa. L’esordio risale al 26 settembre 1999, Cagliari-Venezia 1-1 in serie A. Antonio Cassano ha realizzato in totale finora, con maglie di club professionistici italiani, 99 reti ufficiali, di cui 80 in serie A, 6 in coppa Italia e 13 nelle coppe europee. L’attaccante della Sampdoria – che ha vestito le maglie di Bari, Roma e Sampdoria – e’ dunque ad un solo passo dal segnare la rete n. 100 della propria carriera italiana. Il primo centro ufficiale di Cassano risale al 18 dicembre 1999, in Bari-Inter 2-1 di serie A. La Sampdoria ha perduto solo una delle ultime 15 gare disputate in assoluto in serie A: e’ accaduto lo scorso 19 settembre quando il Napoli si impose per 2-1 a Marassi. Nelle altre 14 partite prese in esame lo score in campionato e’ di 8 vittorie e 6 pareggi.