Serie A: Juve, tridente da primo posto. Roma batte Spal in rimonta

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Dicembre 2019 17:18 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2019 19:46
Serie A: Juve, tridente da primo posto. Milan bloccato dal Sassuolo

Serie A, i calciatori della Juventus festeggiano dopo la vittoria contro l’Udinese (foto Ansa)

TORINO – Aspettando Fiorentina-Inter, la Juve batte l’Udinese per tre a uno, grazie ad una prestazione superlativa del suo tridente offensivo, e si riprende il primo posto nella classifica del campionato italiano di calcio di Serie A. Molti si chiedevano se Cristiano Ronaldo, Higuain e Dybala potessero giocare insieme, l’ultima gara di Champions, e quella di oggi, hanno fornito una risposta affermativa. Dybala e Higuain non hanno segnato ma hanno dato spettacolo. Cristiano Ronaldo ha messo a segno una doppietta beneficiando delle loro giocate da veri numero dieci. Ronaldo era il terminale offensivo, la punta centrale, mentre Higuain e Dybala partivano in fraseggio da più dietro. L’altro gol della Juve è stato segnato da Bonucci su assist di Demiral, mentre l’Udinese ha realizzato la rete della bandiera con Pussetto. 

La Roma soffre ma vince contro la Spal. I giallorossi sono andati sotto nel punteggio per un rigore causato da Kolarov e trasformato con freddezza da Petagna ma nella ripresa sono riusciti ad imporsi ottenendo una vittoria preziosa in chiave Champions. La Roma ha pareggiato i conti con un tiro di Pellegrini deviato in rete da un avversario, poi ha segnato il due a uno grazie ad un rigore guadagnato da Dzeko e trasformato da Perotti. Nel finale, il neo entrato Mkhitaryan ha segnato a porta vuota su assist di Florenzi. L’armeno aveva segnato, entrando in corsa, anche a Verona. 

Il Milan ha giocato bene ma non è andato oltre allo zero a zero interno contro il Sassuolo. Davanti alle sue vecchie glorie, che si trovavano a San Siro per festeggiare i 120 anni del club rossonero, la squadra di Pioli ha giocato bene ma si è vista annullare un gol di Theo Hernandez, per un fallo di mano di Kessie, ed è stata fermata dai due pali colpiti nel finale da Rafael Leao. 

Battuta d’arresto anche per l’Atalanta. La squadra allenata da Gasperini, ancora con la testa all’impresa di Champions, è caduta sotto i colpi del Bologna. La squadra di Mihajlovic ha vinto grazie alle reti di Palacio e Poli, mentre l’Atalanta ha segnato la rete della bandiera con Malinovsky. 

Nel lunch match di giornata, pareggio pazzo tra il Torino ed il Verona. I granata erano andati meritatamente sul tre a zero, con le marcature di Ansaldi (doppietta) e Berenguer ma poi i veneti hanno impattato il match con i gol di Pazzini, Verre e Stepinski.