Serie A: Juventus, il pazzo 3-3 con il Sassuolo non fa male: è a +7 sull’Atalanta. Roma stacca Napoli e Milan

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Luglio 2020 23:58 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2020 23:58
Serie A: Juventus, il pazzo 3-3 con il Sassuolo non fa male: è a +7 sull'Atalanta. Roma stacca Napoli Milan

Serie A: Juventus, il pazzo 3-3 con il Sassuolo non fa male: è a +7 sull’Atalanta. Roma stacca Napoli e Milan (foto Ansa)

Serie A, la Juventus rischia grosso contro il Sassuolo ma alla fine strappa un 3 a 3 che le permette di volare a più sette sull’Atalanta. Bene la Roma in zona Europa League.

Pareggio ‘pazzo’ a Reggio Emilia tra la Juventus ed il Sassuolo. Pronti via ed i bianconeri vanno subito sul doppio vantaggio con le reti di Danilo, gran tiro da fuori area, e Higuain, stoccata vincente da due passi dopo un buco difensivo del Sassuolo.

Finita qui? Nemmeno per sogno. Il Sassuolo non si arrende mai ed anche stasera lo ha dimostrato.

I neroverdi hanno accorciato le distanze con un tocco ravvicinato di Djuricic, poi la magia su punizione di Berardi ed il tap in di Caputo anche grazie ad una dormita incredibile della difesa della Juventus.

Poi il Sassuolo ha buttato via tre punti che sembravano acquisiti lasciando solo Alex Sandro, che ha segnato di testa, su calcio d’angolo battuto da Bentancur.

Insomma, niente di eccezionale ma con questo pareggio la Juventus ipoteca praticamente lo scudetto volando a +7 sull’Atalanta. 

Anche perché la Lazio è in caduta libera e non dà segnali di ripresa. I biancocelesti non vincono più e stasera non sono andati oltre al pareggio per zero a zero a Udine.

Anzi, i padroni di casa, che hanno praticamente ipotecato la salvezza, hanno sfiorato il colpo grosso con De Paul ma Strakosha gli ha detto di no con una parata da campione.

Bene la Roma in ‘zona Europa League’. I giallorossi hanno dominato contro il Verona ma alla fine si sono imposti solamente di misura.

La Roma è andata in gol con Veretout su rigore e con Dzeko, di testa su cross dalla sinistra di Spinazzola. Poi la Roma ha colpito un palo con Mkhitaryan e si è mangiata tre reti già fatte (una con l’armeno e due con Dzeko). 

Nella ripresa, il Verona ha reso meno amara la sconfitta con il gol di tacco di Pessina su cross di Zaccagni. Grazie a questo successo, la Roma ha consolidato il suo quinto posto volando a +4 su Milan e Napoli.