Serie A: Juventus-Bologna, Milan-Udinese, Chievo-Napoli e altri match

Pubblicato il 21 Settembre 2011 9:47 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2011 10:33

Serie A, quarta giornata

Roma – La quarta giornata del campionato di Serie A è iniziata con il clamoroso tonfo dell’Inter sul campo della matricola Novara. Il 3-1 finale è una spada di Damocle sulla testa di Gian Piero Gasperini che, dopo 4 sconfitte in cinque partite stagionali, probabilmente verrà esonerato nelle prossime ore.

Andiamo ad analizzare le partite di oggi.

Juventus-Bologna –  La Juventus ha finora segnato 5 reti nelle prime due giornate della serie A 2011/12, andando in rete con altrettanti giocatori: Lichtsteiner, Marchisio, Matri, Pepe e Vidal. La squadra di Conte e’ la cooperativa del gol della massima serie, mentre il Bologna e’, assieme al Siena, una delle sole due squadre dell’attuale campionato a non aver ancora segnato.    Vincenzo Iaquinta ha segnato fino ad oggi 99 reti in campionati professionistici, di cui 88 in A, 3 in B e 8 in C-1 con le maglie di Padova, Castel Sangro, Udinese e Juventus. Il primo e’ datato 7 febbraio 1998 in Padova-Torino 2-1 di serie B.    L’ultimo gol segnato dal Bologna in serie A risale al 15 maggio scorso, quando impatto’ per 1-1 a Firenze. L’autore del gol emiliano fu Ramirez al 50′: da allora si contano i restanti 40′ di quel match, piu’ le intere partite di campionato perdute contro Bari (0-4 casalingo nell’edizione 2010/11), Fiorentina e Lecce (doppio 0-2 nell’edizione 2011/12: a Firenze ed in casa contro il Lecce), per un totale di 310′ di digiuno assoluto in campionato. Il gol del ‘Franchi’ e’ l’unico dei rossoblu’ nelle ultime 9 giornate di campionato, 7 del 2010/11 e 2 nel 2011/12.    Marco Di Vaio, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la 400/a presenza della carriera in campionati professionistici italiani. Le attuali 399 – con le maglie di Lazio, Verona, Bari, Salernitana, Parma, Juventus, Genoa e Bologna – sono cosi’ suddivise: 307 in serie A e 92 in B. Il debutto di Di Vaio in campionati professionistici italiani risale al 20 novembre 1994: Lazio-Padova 5-1.

Milan-Udinese – L’Udinese ha sempre segnato almeno un gol in ciascuna delle ultime 10 gare ufficiali disputate in casa del Milan, per un totale di 18 reti all’attivo. L’ultimo digiuno friulano risale al 6 novembre 2002 quando, in serie A, i rossoneri si imposero per 1-0.    L’ultima sconfitta interna del Milan in serie A risale al 18 dicembre 2010: 0-1 contro la Roma. Nelle successive 11 partite, tutte disputate nell’anno solare 2011, i rossoneri hanno un bilancio casalingo di 7 vittorie e 4 pareggi.    Alexandre Pato ha nel Milan ed in Samir Handanovic i suoi bersagli preferiti in carriera professionistica in Italia: sono 6, sui 58 totali, i gol segnati dall’attaccante rossonero contro il club bianconero ed il suo portiere.    L’ultimo gol subito dall’Udinese in serie A risale all’8 maggio scorso, quando si impose in casa per 2-1 contro la Lazio. L’autore del gol biancoceleste fu Kozak al 76′: da allora sono trascorsi i restanti 14′ di quel match, piu’ le intere partite contro ChievoVerona (vittoria esterna per 2-0), Milan (0-0 casalingo), Lecce (successo fuori casa per 2-0) e Fiorentina (affermazione interna per 2-0), per un totale di 374′ di inviolabilita’ in campionato.    Kwadwo Asamoah, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la 100/a presenza della carriera con la maglia dell’Udinese e nel calcio italiano. Le attuali 99 sono cosi’ suddivise: 85 in serie A, 5 in coppa Italia e 9 nelle coppe europee. Il debutto ufficiale di Asamoah risale al 12 novembre 2008: Udinese-Reggina 0-0 dopo tempi supplementari – 8-7 friulano ai rigori – in coppa Italia.

Palermo-Cagliari –  Il Palermo ha finora sempre subito almeno un gol in ciascuna delle ultime 15 gare ufficiali disputate, tra vecchia e nuova stagione, per un totale di 30 reti al passivo. L’ultima partita terminata a porta inviolata dai siciliani risale al 19 marzo scorso quando, in serie A, si imposero in casa per 1-0 contro il Milan.    Il Cagliari ha sempre subito almeno un gol in ciascuna delle ultime 10 gare disputate, tra vecchia e nuova stagione, per un totale di 18 reti al passivo. L’ultimo incontro concluso a porta inviolata dai sardi risale al 3 aprile scorso: vittoria per 1-0 in casa del Genoa.    Quarto confronto ufficiale tra Ficcadenti, da tecnico, ed il Palermo e finora i rosanero sono imbattuti grazie ad uno score – a proprio favore – di 1 vittoria e 2 pareggi. In questi 3 precedenti sia le formazioni di Ficcadenti che il Palermo hanno sempre segnato: 4 le reti nel primo caso, 5 quelle dei rosanero.

Lecce-Atalanta  – Il Lecce non segna in gare interne dallo scorso 22 maggio quando, in serie A, venne sconfitto per 2-4 dalla Lazio. L’autore del secondo gol giallorosso fu Piatti al 41′: da allora si contano i restanti 49′ di quel match, piu’ le intere partite perdute per 0-2 contro Crotone (in coppa Italia) ed Udinese (in campionato), per un totale di 229′ di digiuno casalingo. Il Lecce e’ dunque reduce da 3 ko interni consecutivi, con ultimo risultato utile casalingo che risale all’8 maggio scorso: successo per 2-1 contro il Napoli.    Djamel Mesbah, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la 100/a presenza della carriera in campionati professionistici italiani. Le attuali 99 – collezionate con le maglia di Avellino e Lecce – sono cosi’ suddivise: 36 in serie A e 63 in B. Il debutto di Mesbah in campionati professionistici italiani risale al 13 settembre 2008: Avellino-Cittadella 0-0, in serie B.    L’Atalanta, tra vecchia e nuova stagione, va a segno da 18 gare ufficiali, per un bottino totale di 35 marcature. L’ultimo digiuno nerazzurro risale al 19 febbraio scorso: 0-0 a Reggio Calabria contro gli amaranto di Atzori.    Thomas Manfredini se scendera’ in campo festeggera’ la 100/a presenza in nerazzurro. Il suo esordio con la maglia dell’Atalanta risale al 4 novembre 2007: vittoria per 2-1 in casa del Catania in serie A. Le sue attuali 99 gare sono cosi’ suddivise: 77 in serie A, 17 in serie B e 5 in coppa Italia.

Genoa-Catania – Esiste un solo precedente tecnico ufficiale: il Bologna di Malesani sconfitto in casa per 0-1 dalla Roma di Montella nella serie A 2010/11, nel giorno del debutto assoluto da allenatore in prima di quest’ultimo, il 23 febbraio 2011.    Il Genoa ha perduto solo una delle ultime 11 gare interne disputate: e’ accaduto lo scorso 3 aprile quando, in serie A, venne sconfitto per 0-1 dal Cagliari. Nelle altre 10 partite prese in esame lo score casalingo rossoblu e’ di 8 successi e 2 pareggi.    Il Catania ha sempre subito almeno un gol in ciascuna delle ultime 15 trasferte disputate, per un totale di 30 reti al passivo. L’ultima gara esterna conclusa a porta inviolata risale al 7 novembre 2010 quando, in serie A, fu 0-0 in casa della Sampdoria.    Il Catania non subisce gol dallo scorso 21 agosto quando, in coppa Italia, si impose in casa per 2-1 contro il Brescia. L’autore del gol lombardo fu Jonathas al 56′: da allora sono trascorsi i restanti 34′ di quel match, piu’ le intere partite casalinghe di serie A contro Siena (0-0) e Cesena (vittoria per 1-0), per un totale di 214′ di inviolabilita’.

Fiorentina-Parma –  Lorenzo De Silvestri e Houssine Kharja, se dovessero scendere in campo, festeggerebbero la 100/a presenza nella serie A italiana. Le attuali 99 di De Silvestri sono state collezionate con le maglie di Lazio e Fiorentina. Il debutto di De Silvestri in categoria risale al 22 aprile 2007: Lazio-Fiorentina 0-1, quando il difensore indossava la casacca biancoceleste. Le attuali 99 presenze di Kharja sono state collezionate con le maglie di Roma, Siena, Genoa, Inter e Fiorentina. Il debutto di Kharja in categoria risale al 21 settembre 2005: Roma-Parma 4-1.    Il Parma ha perduto solo una delle ultime 9 gare ufficiali disputate: e’ accaduto l’11 settembre scorso quando, in serie A, venne sconfitto per 1-4 in casa della Juventus. Nelle altre 8 partite prese in esame lo score gialloblu e’ di 6 successi e 2 pareggi.    Decima sfida per Colomba – da tecnico – contro la Fiorentina, con il tecnico del Parma che ha ottenuto uno score di 1 sola vittoria (proprio a Firenze, 2-1, alla guida del suo Bologna nella serie A 2009/10), 3 pareggi e 5 sconfitte. In questi 9 precedenti le formazioni del tecnico ducale hanno sempre subito gol, per un totale di 15 reti al passivo.

Chievo-Napoli –  Mai pareggio nei 5 precedenti ufficiali giocati in Veneto con bilancio di 2 vittorie del Chievo (ultima 2-0 nella serie A 2010/11) e 3 successi del Napoli (ultimo 2-1, nella serie A 2009/10).    Domenico Di Carlo e’ ad un passo dal 100/o successo della propria carriera in campionati professionistici. Le attuali 99 – ottenute alla guida di Mantova, Parma, ChievoVerona e Sampdoria – sono cosi’ suddivise: 31 in serie A, 33 in B, 18 in C-1 e 17 in C-2. Il primo successo assoluto di Di Carlo in  campionato risale al 31 agosto 2003: Mantova-Belluno 1-0, in serie C-2. Il bilancio delle attuali 277 panchine in campionati professionistici e’ completato da 97 pareggi e 81 sconfitte.    Paolo Cannavaro, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la 200/a presenza ufficiale con la maglia del Napoli. Le attuali 199 presenze sono cosi’ suddivise: 132 in serie A, 41 in B, 12 in coppa Italia e 14 nelle coppe europee. Il debutto ufficiale assoluto di Cannavaro in azzurro risale al 6 giugno 1999: Verona-Napoli 1-0, in serie B.    Cristiano Lucarelli e Mario Santana, se dovessero scendere in campo, festeggerebbero rispettivamente la 300/a e 200/a presenza della propria carriera nella serie A italiana. Le attuali 299 presenze di Lucarelli sono state collezionate con le maglie di Atalanta, Lecce, Torino, Livorno, Parma e Napoli, con debutto che risale al 31 agosto 1997: Atalanta-Bologna 4-2. Le attuali 199 presenze di Santana sono state collezionate con le maglie di Venezia, Chievo, Palermo, Fiorentina e Napoli, con debutto che risale al 24 marzo 2002: Venezia-Atalanta 0-1.

Cesena-Lazio -La Lazio ha vinto solo una volta in 16 precedenti a Cesena: 4-0 nella serie B 1968/69.    L’ultimo pareggio ufficiale ottenuto in assoluto dal Cesena risale al 10 aprile scorso quando, in serie A, impatto’ per 2-2 a  Palermo: nelle successive 9 partite lo score romagnolo e’ di 5 successi e 4 sconfitte.    La Lazio non ha segnato solo in una delle ultime 14 gare ufficiali disputate: e’ accaduto lo scorso 2 maggio quando, in serie A, venne sconfitta per 0-1 in casa dalla Juventus. Nelle altre 13 partite prese in esame i biancocelesti hanno complessivamente realizzato 34 reti.

La classifica:

1. Napoli 2 2 0 0 6:2 6
2. Juventus 2 2 0 0 5:1 6
3. Udinese 2 2 0 0 4:0 6
4. Cagliari 2 2 0 0 4:2 6
5. Novara 3 1 1 1 6:5 4
6. Genoa 2 1 1 0 4:3 4
7. Catania 2 1 1 0 1:0 4
8. Palermo 2 1 0 1 4:4 3
9. Lecce 2 1 0 1 2:2 3
10. Fiorentina 2 1 0 1 2:2 3
11. Parma 2 1 0 1 3:5 3
12. Lazio 2 0 1 1 3:4 1
13. Chievo 2 0 1 1 3:4 1
14. AS Roma 2 0 1 1 1:2 1
15. Siena 2 0 1 1 0:1 1
16. AC Milan 2 0 1 1 3:5 1
17. Inter 3 0 1 2 4:7 1
18. Cesena 2 0 0 2 1:4 0
19. Bologna 2 0 0 2 0:4 0
20. Atalanta 2 1 1 0 3:2 -2