Serie A, Juventus-Napoli 2-3: Le pagelle della partita

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 31 Ottobre 2009 19:52 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2009 19:53

Campionato di Serie A, Juventus-Napoli: i bianconeri hanno sempre segnato almeno una rete nelle ultime 19 sfide coi partenopei a Torino: l’ultima gara casalinga con gli azzurri in cui non sono andati a segno è lo 0-0 del 9 maggio 1982. I numeri non favorivano il Napoli: La Juventus non perde in casa da 13 partite. L’ultima sconfitta all’Olimpico di Torino quella per 3-2 col Cagliari il 31 gennaio scorso. Ecco le pagelle della partita:

Juventus:

BUFFON 7- Continua il suo straordinario periodo di forma. È tornato il miglior portiere d’Europa. Compie due autentici miracoli su Aronica, bordata da fuori area di rigore, e Gargano, splendido calcio di punizione. Parate da “Pallone d’Oro”. Legittima con questa prestazione la candidatura al premio “Fifa World Player”. Non può nulla sui gol.

GRYGERA 6- Buona la sua prestazione in fase difensiva. Contiene al meglio giocatori veloci come Aronica ed Ezequiel Lavezzi. In fase offensiva è sempre pericoloso. Pennella, sulla testa di David Trezeguet, l’assist per il fantastico gol dell’1-0. Decisivo nella vittoria della Juventus.

F.CANNAVARO 5- L’emozione per la sfida con il fratello Paolo sembra togliergli lo smalto dei tempi migliori. Durante il primo tempo si perde per ben due volte German Denis: l’attaccante del Napoli grazie lui e la Juventus sbagliando clamorosamente.

CHIELLINI 6- Giorgio Chiellini gioca meglio di Cannavaro. L’allievo supera il maestro  e non sbaglia un intervento. Per via della sua imponente stazza fa bene a sportellate con German Denis e ci mette tutta la sua esperienza per contenere il velocissimo Maggio.

GROSSO 5.5- Il terzino sinistro della Nazionale italiana non appare molto ispirato ma il suo contributo non manca mai. Deve vedersela con un brutto cliente come Maggio eppure riesce a non sfigurare. Calcio male una punizione dal limite dell’area di rigore del Napoli.

FELIPE MELO 6.5- Ad inizio partita sembra soffrire l’assenza di Momo Sissoko. Con il passare dei minuti cresce il suo rendimento e riesce a trovare il giusto affiatamento con Poulsen. Sfiora il gol con un tiro di sinistro all’interno dell’area di rigore del Napoli.

POULSEN 6- Il centrocampista danese anche questa sera risponde “presente”.  Non sarà un fuoriclasse ma in partite come quella di questa sera la sua quantità nella zona mediana del campo è una risorsa molto importante.

CAMORANESI 6- L’ala destra della Juventus parte molto bene ma è costretto, a metà primo tempo, ad uscire per infortunio. Perde moltissimo sangue dopo un contrasto con il difensore del Napoli Aronica.

DIEGO 5- Il centrocampista offensivo brasiliano vaga per tutta la partita in cerca della posizione migliore sul terreno di gioco. Ci mette impegno e dinamismo ma non riesce a combinare un granchè. Appare molto propositivo, e questo è un bene, ma poco incisivo per il gioco della Juventus.

GIOVINCO 7.5- Il piccolo esterno sinistro della Juventus crea più di un pericolo alla difesa del Napoli. Sfiora il gol al secondo minuto di gioco. Molto buone le sue verticalizzazioni. Campagnaro e Cannavaro soffrono terribilmente le sue accellerazioni. Nella ripresa, su regalo di Contini, realizza il suo nono gol in Serie A.

TREZEGUET 7.5- Realizza di testa il 166° gol in carriera. La sua rete mette in evidenza il suo incredibile fiuto per la rete. Impietoso il paragone con il bomber del Napoli Denis: il francese fa tutto benissimo, l’argentino si divora un’occasione da gol di testa.

TIAGO 4.5- Il centrocampista centrale portoghese subentra all’infortunato Camoranesi  e porta una compimento una prestazione scadente. Entra con lo stesso spirito dello scorso anno e si cala in malo modo nella partita. Scarso sia in fase d’impostazione che in fase difensiva. Commette un gravissimo svarione in occasione del 2-3 di Marek Hamsik.

AMAURI 4.5- Prima di questa partita aveva messo a segno 4 gol in 3 partite. La febbre lo mette ko a poche ore dalla partita. Nonostante questo viene schierato in campo ad un quarto d’ora dal termine nel tentativo di vincere la partita. Straordinaria la sua generosità. Eccede quando va a colpire il portiere del Napoli De Sanctis. L’estremo difensore degli azzurri aveva già bloccato il pallone.

Napoli:

DE SANCTIS 5-David Trezeguet, in occasione del primo gol, fa un movimento da bomber di razza ma il portiere del Napoli lo aiuta intervenendo in modo molle sul pallone. Non può nulla sulla rete da pochi passi di Giovinco. Continua a non convincere.

CAMPAGNARO 5- Uno dei difensori più distratti della partita. Nell’occasione del primo gol di Trezeguet si comporta da spettatore non pagante. Commette altri svarioni che permettono a Sebastian Giovinco di andare verso la porta di De Sanctis.

CONTINI 4- Gioca male come il compagno di reparto Campagnaro con l’aggravante di regalare a Giovinco l’assist per il gol del 2-0. Questa rete chiude la partita ed abbatte il suo Napoli. Deve ringraziare il compagno di squadra Hamsik per aver ridato linfa agli azzurri.

CANNAVARO 6- Il migliore del reparto difensivo del Napoli. Certo questa sera non è stato difficile esserlo. Dei tre difensori centrali è quello che se la cava meglio su Trezeguet. Ottima la sua marcatura su Diego, soffre un pò di più contro la tecnica di Giovinco.

MAGGIO 6.5- Molto buona la prestazione dell’esterno destro del Napoli. Fabio Grosso soffre notevolmente la sua velocità.  I suoi cross sono spesso molto pericolosi. Una risorsa fondamentale per lo scacchiere tattico del Napoli. Dialoga a meraviglia con Hamsik.

GARGANO 6- Il regista argentino gioca una gara complessivamente sufficiente. Parte bene, sparisce a metà partita e torna a verticalizzare nei minuti finali. Mazzarri si augura che il centrocampista possa acquisire maggiore continuità.

CIGARINI 5.5- Un leggero passo indietro dopo la bella prestazione contro il Milan.  Un giocatore di questa classe deve essere più presente all’interno del match. Quando tocca il pallone è uno spettacolo ma questo avviene troppo raramente.

ARONICA 6.5- Uno dei giocatori più importanti del Napoli. La sua posizione serve a dare equilibrio alla squadra. Nasce come difensore centrale, oggi viene impiegato come laterale sinistro di centrocampo. Sfiora il gol con un bolide da fuori area di rigore sul quale Buffon compie un autentico miracolo.

HAMSIK 8.5- Il migliore in campo del Napoli insieme a Jesus Datolo. Gioca una gara di altissimo livello. Ogni volta che tocca lui il pallone la sua squadra riesce a creare un’occasione da gol. Segna da bomber di razza il suo sesto gol in campionato. La rete che riapre la partita. Realizza il settimo gol in undici partite di campionato. Media da goleador. Un gol importantissimo.

LAVEZZI 7- Il “Pocho” gioca una grandissima partita. Non riesce a trovare la via del gol ma, quando parte dall’esterno, mette ottimi assist nell’area di rigore della Juventus. Dialoga a meraviglia con il compagno di Nazionale Jesus Datolo. Brilla a Torino.

DENIS 6- La sua partita è tra alti e bassi. Da un lato è apprezabile la sua presenza sotto rete, dall’altro sono imperdonabili i suoi errori a pochi centimetri da Gianluigi Buffon. Mette in crisi Cannavaro e Chiellini. Gara positiva.

DATOLO 8- Il Napoli realizza due gol: uno e mezzo sono suoi. Viene lasciato, colpevolmente, troppo a lungo in panchina. Un giocatore della sua classe dovrebbe sempre scendere in campo come titolare. In occasione della rete di Hamsik la sua accellerazione è mortifera per la Juventus. Segna il gol del 2-2 su azione da calcio d’angolo.

QUAGLIARELLA 6.5- Entra ad un quarto d’ora dalla fine, al posto di German Denis, e non riesce a combinare un granchè sotto porta della Juventus. Non mancano l’impegno ed il dinamismo. Un giocatore prezioso nella rosa del Napoli.

PAZIENZA 6- Viene schierato in campo nell’ultimo quarto d’ora per tenere palla a centrocampo. Il centrocampista del Napoli non sbaglia un passaggio. La sua migliore caratteristica è la tecnica ma, rinfrancato da Mazzarri, ci mette anche tanta quantità.