Serie A, Juventus-Udinese 1-0: Le pagelle della partita

Di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 22 novembre 2009 22:38 | Ultimo aggiornamento: 22 novembre 2009 22:38

juve udineseCampionato di Serie A, 13ª giornata: Partita non esaltante tra Juventus ed Udinese. Non è un caso che la posta in palio alla vigilia della partita era molto alta:

la Juventus doveva vincere per mantenere le distanze dall’Inter e superare il Milan, e l’Udinese cercava punti che facevano morale e classifica.

I bianconeri sono riusciti a vincere la partita grazie ad una giocata tra Caceres e Grosso. L’Udinese ha pagato le assenze di Di Natale, Pepe e Sanchez.

Ecco le pagelle della partita:

Juventus:

BUFFON 6- Partita di ordinaria amministrazione per il portierone della Juventus e della Nazionale Italiana. Non c’è Di Natale nell’Udinese e Gigi fa un sospiro di sollievo. Floro Flores non lo mette mai in difficoltà.

CANNAVARO 6.5- Buona prestazione da parte del capitano della Nazionale Italiana. Forma con Chiellini una straordinaria coppia di difensori centrali. Non va mai in apprensione contro gli avanti dell’Udinese.

CHIELLINI 7- Continua il suo magnifico periodo di forma. Replica la splendida prestazione della partita contro la Svezia. Sfiora il gol in diverse occasioni. Voti alti per lui. Ferrara puà contare sempre sul suo apporto.

GROSSO 7- Il terzino della Juventus non riesce a spingersi in avanti come fa di solito. Molto attento invece in fase difensiva. Non sembra molto buona la sua intesa con Sebastian Giovinco. Nella ripresa trova il pesantissimo gol del vantaggio, primo con la Juventus, su bell’assist di Caceres.

CACERES 6.5- Il più in difficoltà nel reparto difensivo della Juventus. Soffre molto il dinamismo e la velocità di Isla e Asamoah. Il ragazzo è bravo quando si tratta di attaccare ma non altrettanto quando c’è da difendere. Magnifico il suo assist per il gol di Grosso.

FELIPE MELO 5- Non è stata la sua migliore partita da quando gioca nella Juventus. Non è in serata e per questo motivo commette moltissimi falli. Viene sostituito da Momo Sissoko.

POULSEN 6.5- Entra in maniera decisiva nell’azione del gol di Fabio Grosso. In estate dove essere ceduto ma oggi è uno dei migliori della sua squadra. Dalla sua apertura nasce il cross di Caceres e il conseguente gol di Grosso.

CAMORANESI 7- Non fa mai giocate scontate. La sua classe cristallina è una risorsa fondamentale per la Juventus. Nel primo tempo fornisce un assist d’oro ad Amauri che, a tu per tu con Handanovic, spreca clamorosamente.

DIEGO 6.5- Partita di luci ed ombre per il centrocampista offensivo brasiliano della Juventus. Nel primo tempo colpisce alla nuca Handanovic generando un parapiglia. L’estremo difensore sloveno dell’Udinese gli nega la gioia del gol con una grande parata.

GIOVINCO 5- Il fantasista della Juventus non riesce ad incidere nella gara. Ciro Ferrara, a metà secondo tempo, lo sostituisce con Alessandro Del Piero. Con il rientro di “Pinturicchio” Giovinco deve fare molto meglio se vuole guadagnarsi spazio.

AMAURI 6- Il centravanti della Juventus si batte con la consueta grinta. Non gli manca l’ardore agonistico ma la lucidità sotto porta. Vanifica in maniera clamorosa una palla gol d’oro servitagli da Mauro German Camoranesi.

SISSOKO 7- Entra al posto di Felipe Melo e si riprende la Juventus. Momo Sissoko è un giocatore fondamentale per Ciro Ferrara. Leader dentro e fuori il campo. Recupera molti palloni e non sbaglia un passaggio.

DEL PIERO 6- Seconda presenza stagionale dopo i 6 minuti contro il Bologna. I tifosi lo accolgono con un’autentica ovazione ed il capitano non li delude. Riesce a fare qualche giocata di livello nonostante la condizione fisica deficitaria.

DE CEGLIE 6- Entra in campo al posto dello stanchissimo Diego. Dieci minuti per lui in cui mette in mostra tutto il suo repertorio: corsa e quantità a centrocampo. Nasce terzino, Ciro Ferrara lo ha trasformato in centrocampista di fascia.

Udinese:

HANDANOVIC 6.5- L’estremo difensore dell’Udinese, galvanizzato dalla qualificazione ai Mondiali con la sua Slovenia, porta a compimento una buonissima prestazione. Nega il gol a Diego con una parata miracolosa.

BASTA 6- Il terzino dell’Udinese gioca una buonissima partita. Se la cava molto bene contro Grosso e Giovinco. Fa della velocità e dell’anticipo le sue armi migliori. Si è guadagnato un posto da titolare.

LUKOVIC 5.5- Gioca meno bene rispetto al terzino destro dell’Udinese. Camoranesi gioca una grande partita sulla fascia destra del campo ed il terzino ex Ascoli ne risente molto.

ZAPATA 6- Prestazione attenta da parte del difensore dell’Udinese e della Nazionale Colombiana. Non ha colpe specifiche in occasione del gol di Grosso. Insuperabile nel gioco aereo.

CODA 5.5- Mezzo gradino sotto rispetto al suo compagno di reparto Zapata. Giocavano contro una delle migliori squadre del campionato italiano, la Juventus, e non hanno sfigurato.

D’AGOSTINO 6- Prova ad impostare il gioco dell’Udinese ma non ha attaccanti propositivi come vorrebbe. Pesano molto le assenze di giocatori del calibro di Di Natale e Pepe.

INLER 6.5- Certamente uno dei migliori dell’Udinese insieme ad Isla. Il centrocampista della Nazionale Svizzera si batte con grinta ed ardore e non sbaglia un passaggio. Cerca fortuna con conclusioni dalla distanza ma non riesce a superare Buffon.

ASAMOAH 6- L’ex centrocampista del Bellinzona non riesce ad esprimersi ai livelli della scorsa stagione. Ottima velocità e dribbling ma spesso si perde quando si tratta di verticalizzare o di fare l’ultimo passaggio.

LODI 5.5- Prestazione deludente da parte dell’ex attaccante dell’Empoli. Parte molto bene ma poi si spegne alla distanza. Marino lo capisce e lo sostituisce con il giovane attaccante Romero.

ISLA 6.5- Il centrocampista cileno è il migliore della sua squadra. Nel primo tempo gli viene annullato il gol per un fuorigioco millimetrico. Molto bravo sia in fase d’impostazione che in fase di copertura.

FLORO FLORES 6- L’attaccante dell’Udinese sta attraversando un buonissimo periodo di forma e si vede. Gioca molto isolato in attacco e nonostante questo mette in difficoltà i difensori della Juventus.

ROMERO 6- Il giovane attaccante dell’Udinese, ex Albacete, mette in difficoltà la difesa della Juventus con la sua velocità e la sua tecnica. Lo attende un futuro roseo. Troppo tardivo il suo inserimento?

SAMMARCO 6- Entra a dieci minuti dalla fine della partita al posto dello svizzero Inler. Si mette a marcare Alessandro Del Piero e lo fa in modo ruvido ma deciso. Aggiunge quantità al centrocampo dell’Udinese.

CORRADI 6- Uno scampolo di partita per l’ex attaccante del Manchester City. L’ex punta della Nazionale, 13 presenze per lui, cerca di sfruttare la sua dote migliore, il gioco aereo, negli ultimi disperati assalti dell’Udinese alla porta della Juventus.