Serie A, Lazio-Milan 1-2: Le pagelle della partita

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 8 Novembre 2009 16:54 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2009 17:17

Campionato di Serie A, Dodicesima giornata:

Il Milan ottiene un’importantissima vittoria sul campo della Lazio di Ballardini e risponde alla Juventus che, nella partita di ieri, ha piegato la Sampdoria per 5-2.

Lazio:

MUSLERA 5.5- In entrambe le reti della Lazio è costretto ad arrendersi a colpi di testa ravvicinati di Pato e Thiago Silva. Continua il suo periodo improntato sull’incertezza e la poca autorità tra i pali.

LICHTSTEINER 5.5- Il terzino destro della Lazio gioca una partita di grande attenzione e tiene la posizione difensiva. Soffre moltissimo le accelerazioni di Pato e Ronaldinho. Periodo difficile per lo svizzero.

SIVIGLIA 5.5- In questo momento è il difensore centrale di maggiore affidabilità della Lazio. Insuperabile nei palloni alti, soffro troppo quando viene preso in velocità.

RADU 5- Il difensore centrale della Lazio naufraga insieme al resto del reparto difensivo biancoceleste. Deve essere supportato maggiormente dal compagno di reparto Siviglia. Difetta molto in fase d’impostazione.

KOLAROV 6- Il giocatore della Nazionale serba gioca una prestazione tutta grinta e determinazione. Molto pericoloso sui calci da fermo. Calci di punizione e calci d’angolo sono la sua specialità.

BARONIO 6- Il regista della Lazio si riscatta dopo le ultime prestazioni negative. Questa volta non prende nessuna espulsione e, di questi tempi, è un qualcosa di straordinario. Cerca di costruire gioco con alterne fortune in mezzo al campo.

BROCCHI 5.5- Il mediano della Lazio combatte su ogni pallone. In alcuni tratti della partita sembra tornato il mediano dei tempi del Milan. Ballardini in un momento così difficile per la sua Lazio punta forte sulla sua esperienza.

MAURI 6- Il centrocampista offensivo della Lazio cerca di creare scompigli nella retroguardia del Milan. Duetta a meraviglia con i compagni di reparto e crea qualche pericolo dalle parti di Dida.

MATUZALEM 6.5- Ottima partita da parte del centrocampista Sud Americano della Lazio di Ballardini. In fase d’impostazione fornisce splendidi assist ai compagni di reparto. Sempre pericolose le sue conclusioni dalla distanza. Promosso.

ZARATE 7- Il migliore dell’attacco della Lazio di Ballardini. In occasione dell’autogol di Thiago Silva crea scompiglio nella difesa del Milan. La sua rapidità e la sua tecnica sono una costante minaccia per Dida e company.

ROCCHI 5.5- Il capitano della Lazio ci mette grande impegno e lotta su ogni pallone. Nel finale di partita sfiora più volte la rete del 2-2. Il suo ruolo richiede gol ed in questo momento Rocchi non vede la porta.

CRUZ 6- Il centravanti della Lazio cerca di accrescere la pericolosità offensiva della squadra di Ballardini. Troppe volte i cross di Zarate e Kolarov non vengono sfruttati a dovere dagli avanti della Lazio.

MEGHNI 5.5- L’ex centrocampista del Bologna dovrebbe accrescere il tasso tecnico della Lazio ma, troppe volte, si perde in un bicchiere d’acqua e dà vita a dribbling inutili.

CRIBARI 5- Il difensore centrale della Lazio attraversa un periodo di forma scadente. Non si capisce perchè Ballardini decida di farlo subentrare nel finale di partita. Periodo di confusione per l’allenatore della Lazio.

Milan:

DIDA 6.5- Continua il periodo positivo del portierone del Milan. Quest’oggi sembra insuperabile. Deve arrendersi solamente su un autogol del suo compagno di reparto, Thiago Silva, propiziato da una travolgente azione di Mauro Zarate.

ODDO 5.5- L’ex capitano della Lazio ci mette grande grinta e determinazione. Alle volte sembra incerto in fase difensiva ma, in fase di spinta, rimane uno dei migliori del Milan. Prestazione con alti e bassi.

NESTA 7.5- Il difensore centrale del Milan, ex bandiera della Lazio, nei primi minuti del match sembra sentire l’emozione ma, alla distanza, giganteggia nella sua area di rigore e non sbaglia un intervento.

THIAGO SILVA 7- Partita stranissima da parte del difensore centrale del Milan. In fase difensiva gioca molto bene e, a tratti, sembra insuperabile come suo solito. Diventa protagonista assoluto del match con il gol, di testa, del 2-0 e l’autorete del 2-1. Chiude e riapre la partita del Milan.

ZAMBROTTA 6.5- Buonissima partita da parte del terzino sinistro del Milan. All’Olimpico gioca nella consueta posizione che occupa con la Nazionale Italiana di Marcello Lippi. Brava in fase di copertura ed in fase offensiva. Un giocatore prezioso per Leonardo.

PIRLO 6- Il regista del Milan gioca una partita di alti e bassi. Alle volte sbaglia troppi appoggi in mezzo al campo, altre volte con i suoi passaggi smarcanti riesce a mettere in porta Pato, Ronaldinho ed Inzaghi. Rimane un fulcro importantissimo per il gioco del Milan.

SEEDORF 6.5- Il centrocampista offensivo della Nazionale olandese e del Milan gioca una gara straordinaria. Risponde ai fischi della curva della Lazio con giocate da vero fuoriclasse. La sua tecnica è fondamentale per il Milan di Leonardo.

AMBROSINI 6- Gara di grande sostanza per il mediano del Milan. Sopperisce allo scarso dinamismo di Pirlo mettendoci muscoli e corsa. Sempre pericoloso negli inserimenti da azione d’angolo. Un leader per il centrocampo del Milan.

PATO 7.5- Bellissimo gol da parte del “Papero” rossonero. Il ragazzo è dotato di una tecnica largamente superiore alla media. Quest’oggi allo Stadio Olimpico di Roma trova il gol con il pezzo meno pregiato del suo repertorio: un colpo di testa da bomber di razza. Anche lo scorso anno, allo Stadio San Siro, aveva segnato di testa alla Lazio. Un autentico campione.

RONALDINHO 7- Continua il periodo positivo dell’attaccante brasiliano del Milan. Le sue giocate sono di altissimo livello. Il prossimo obiettivo sarà trovare una continuità nelle sue prestazioni cosa che ancora gli manca. In crescita per la gioia di Leonardo e del Milan.

BORRIELLO 6.5- Il centravanti del Milan vince il ballottaggio con Filippo Inzaghi. Quest’oggi allo Stadio Olimpico di Roma sfoggia le sue qualità migliori: la fisicità e la bravura nel gioco aereo. Fa letteralmente a sportellate con Siviglia e Radu. Spesso ne esce vincitore. Un giocatore ritrovato.

INZAGHI 6- Il bomber del Milan subentra al 74′ della ripresa al posto dell’attaccante napoletano Borriello. Inzaghi trova una difesa della Lazio stanca e disattenta ma, nonostante questo, non riesce a trovare la via del gol. Sempre pericoloso.

ABATE 6- Il giovane esterno destro del Milan entra nei minuti finali della partita e con la sua velocità cerca di allentare la pressione che c’è sulla sua squadra. Prestazione positiva per lui.

FLAMINI 6- Il mediano francese del Milan ci mette grinta e determinazione per aiutare i rossoneri ad uscire dallo Stadio Olimpico di Roma con il bottino pieno. Riesce ad integrarsi alla perfezione con i compagni di reparto.