Serie A, Lazio e Roma in zona Champions. Fiorentina cade a Verona

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 24 Novembre 2019 17:13 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2019 8:01
Serie A Lazio Roma zona Champions cade Fiorentina a Verona

Serie A, Immobile nella foto Ansa

ROMA – Dopo Juventus e Inter, ci sono le romane. Lazio e Roma hanno vinto le loro partite della domenica e si sono confermate da zona Champions. La Lazio ha vinto a Reggio Emilia, contro il Sassuolo, con un gol di Caicedo al 91′. Tutto facile invece per la Roma contro il Brescia, i giallorossi hanno vinto 3 a 0 e hanno sprecato altre numerose occasioni da gol. In virtù di questi risultati, la Lazio sale sul podio a quota 27 punti, mentre la Roma si porta al quarto posto in classifica a 25 punti. 

La Lazio era passata in vantaggio a Reggio Emilia con la rete del capocannoniere della Serie A Ciro Immobile, su papera di Consigli, ma poi era stata riacciuffata da Ciccio Caputo su azione d’angolo. Quando il match sembrava finito in parità, la Lazio è riuscita a vincerlo con un destro scagliato da Caicedo tra tre difensori del Sassuolo. Successo prezioso che conferma la Lazio come terza forza del campionato. 

Tutto facile per la Roma contro il Brescia anche se il primo tempo si era chiuso sul punteggio di zero a zero. Nella ripresa, sono saliti in cattedra i difensori centrali ma nell’area avversaria. Smalling ha segnato di testa, poi ha servito l’assist per il gol del due a zero di Mancini, realizzato con un tocco delicato con il destro.

A chiudere definitivamente i giochi ci ha pensato Edin Dzeko, sempre su assistenza di uno scatenato Smalling. La Roma avrebbe potuto vincere anche con un passivo maggiore ma l’arbitro ha annullato le reti di Zaniolo, perché la palla era uscita in precedenza, e di Dzeko, per una posizione di fuorigioco del bosniaco. 

Nelle altre gare del giorno di Serie A, pareggio spettacolare tra il Parma ed il Bologna, vittoria di misura dell’Hellas Verona sulla Fiorentina e successo prezioso in chiave salvezza della Sampdoria sull’Udinese. Il Parma era passato in vantaggio con Kulusevski ma il Bologna ha pareggiato i conti prima di fine primo tempo con Palacio. Nella ripresa, il Parma ha tentato nuovamente il sorpasso con Iacoponi ma alla fine il Bologna ha impattato il match al 95′ con Dzemaili. 

Brutta sconfitta a Verona per una Fiorentina sottotono. La gara è stata decisa da un gol di Di Carmine, i viola hanno pagato l’assenza per infortunio di Federico Chiesa, restato in panchina per tutto l’arco del match. Montella non ha inserito in campo Kevin Prince Boateng per scelta tecnica. 

L’Udinese era partita bene sul campo della Sampdoria, con la marcatura di Nestorovski, ma poi i padroni di casa hanno ottenuto una vittoria in rimonta, preziosa in chiave salvezza, grazie alle reti di Gabbiadini su punizione e di Ramirez su rigore. Il posticipo tra Lecce e Cagliari non è stato disputato per l’impraticabilità del terreno di gioco trasformato in una piscina dal maltempo che si è abbattuto sul Salento.