Serie A, Napoli: De Sanctis è una certezza tra i pali

di Armando Aruta
Pubblicato il 25 Novembre 2009 16:49 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2009 16:50

Quest’estate ci fu uno smodato tormentone attorno all’acquisto di Morgan De Sanctis, un portiere non più giovanissimo, cui si è voluto affidare la porta azzurra, non ritenendo più Iezzo all’altezza della situazione.

Adesso, dopo quasi quattro mesi di partite con il Napoli, De Sanctis ha dimostrato di essere il portiere adatto ad una squadra che punti all’Europa League.

Sicuro tra i pali, a volte un pò timido nelle uscite, è risultato più volte decisivo nelle ultime due gare.

Al Massimino, con un Catania arrembante che cercava di salvare la panchina del suo allenatore, l’unico baluardo azzurro è stato proprio Morgan, strepitoso nell’uscire imbattuto in una partita che per 45 minuti era sembrata l’assalto a Fort Apache.

Fenomenale su Morimoto lanciato a rete, e sicuro durante tutta la gara, è stato senza dubbio il migliore in campo.

Nello scialbo pomeriggio di domenica, in un match contro una Lazio piuttosto rinunciataria, ma sempre col colpo in canna, non ha avuto alcuna sbavatura.

Diligente fra i pali, puntuale in uscita, ha garantito, assieme alla sua difesa, una fase difensiva senza affanni. Anche fortunato in un’occasione, quando una sua smanacciata non proprio perfetta su un cross di Foggia stava per raggiungere l’accorrente Mauri, il quale non è però riuscito a controllare il pallone perchè preso in controtempo.

Ma la fortuna, si sa, aiuta gli audaci. E se gli attaccanti stentano a segnare, lasciando al solo Hamsik l’incombenza di gonfiare la rete, a prendersi cura dei risultati del Napoli, ci pensa De Sanctis.

Con la certezza che, quando Quagliarella e Lavezzi inizieranno a vedere di più la porta, il connubio tra difesa impenetrabile e attacco prolifico renderanno il Napoli una squadra da primissimo livello.