Serie A: Napoli-Juventus per lo scudetto

Pubblicato il 3 Novembre 2011 20:02 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2011 20:12

NAPOLI – Gli impegni incalzano ed il Napoli non ha tempo per fermarsi a riflettere, a pensare alla sconfitta di ieri contro il Bayern a Monaco in Champions League, perche' c'e' da preparare la sfida di domenica sera contro la Juventus nel posticipo di campionato. Una partita estremamente delicata, che arriva dopo la bruciante sconfitta di Catania e che vede per il Napoli il rischio che aumenti ulteriormente il suo distacco del vertice della classifica.

Da Monaco di Baviera, a parte la sconfitta, gli azzurri di Walter Mazzarri, tornati a Napoli in nottata con un volo charter, non portano solo notizie negative.

Resta negli occhi di tutti l'immagine di una squadra che ha comunque venduto cara la pelle e che su uno dei campi piu' difficili d'Europa, contro la squadra piu' in forma del continente e contro la difesa piu' ermetica che ci sia in circolazione, e' riuscita a segnare due gol ed a mettere in affanno gli avversari fino all'ultimo minuto di partita. Un atteggiamento, viene oggi unanimamente riconosciuto, che ha dimostrato la vitalita' dei partenopei ed il loro carattere indomabile.

Non a caso, soddisfatto per la prestazione all'Allianz Arena si e' detto anche il presidente, Aurelio De Laurentiis, che, al termine del match contro i tedeschi ha dichiarato che si trattava di una sconfitta che per lui valeva quanto una vittoria.

''Siamo andati vicini al pareggio con una squadra che e' molto piu' blasonata della nostra e che ha vinto molto di piu' nella storia di quanto abbiamo vinto noi'' – ha aggiunto il produttore cinematografico. Ma oggi e' un altro giorno e per i giocatori partenopei e' gia' tempo di tornare in campo per riprendere la preparazione in vista del match di domenica contro la prima in classifica.

In mattinata si e' svolta una seduta di scarico per chi ha giocato a Monaco, mentre un lavoro piu' intenso e' toccato agli altri uomini della rosa che hanno disputato una partita a campo grande con la formazione Primavera. Lavoro differenziato per Gargano e Britos, sulla via della guarigione dai loro malanni. Piscina, terapie e massaggi per Aronica, infortunatosi ieri sera a Monaco e sostituito alla fine del primo tempo da Dossena, dopo aver preso un duro colpo che gli e' costato una fortissima contusione all'anca.

''Siamo ancora in corso per la qualificazioni agli ottavia di Champion, ma per superare il turno dovremo giocare un match importante con il Manchester al San Paolo'' – ha detto Walter Mazzarri. ''Pero' proseguiamo ad andare avanti ispirandoci alla nostra filosofia di sempre: quella di guardare partita dopo partita. Adesso c'e' la Juve ed e' ai bianconeri che dobbiamo pensare. Certo con il Bayern abbiamo dimostrato che per vincere con noi bisogna dare sempre l'anima e superarci non e' facile per nessuno''.