Serie A, Palermo-Inter 4-3: le pagelle della partita

Di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 11 Settembre 2011 22:38 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2011 22:46

Diego Milito (Foto LaPresse)

Palermo, Stadio Barbera – Serie A, Palermo-Inter 4-3: le pagelle della partita. I marcatori: Milito 2 (I) Miccoli 2 (P) Hernandez (P) Pinilla (P) Diego Forlan (I).

Inter:

ZARATE 3- L’antefatto alla sostituzione al 33′ del primo tempo. Gian Piero Gasperini si rivolge al suo vice: “Ma Mauro è morto? Lo tolgo immediatamente”.
MILITO 7.5- “El Principe” non perdona. Il pupillo di Gasperini, preferito ancora una volta a Giampaolo Pazzini, realizza il gol che sblocca la partita con un tocco sotto misura da centravanti di razza. La prima maglia il mister la dà sempre a lui.
OBI 6- Si muove bene.
RICKY ALVAREZ 6.5- Mostra un’ottima tecnica individuale.
FORLAN 6.5- Giocatore estremamente intelligente. Rispetta alla lettera i dettami tattici di Gasperini. Rientra fino alla difesa come l’ultimo dei terzini. In realtà è uno dei centravanti più forti del mondo. Complimenti. Segna un bel gol.
JULIO CESAR 5.5- Paratona su un colpo di testa a botta sicura di Abel Hernandez. Qualche responsabilità sul terzo e sul quarto gol del Palermo.
JONATHAN 6- Non è di certo il primo Maicon Douglas ma lo ricorda sia dal punto di vista fisico che da quello del dinamismo e della corsa. Se la cava in questa prima apparazione nel campionato di calcio di Serie A.
LUCIO 6- Bene in fase difensiva. Quando si spinge in attacco è troppo egoista. Alcune occasioni da gol sfumano perchè invece di passare la palla al compagno smarcato il brasiliano si intestardisce in inutili dribbling. Innamorato del pallone.
SAMUEL 6.5- “The Wall” picchia, randella ma è sempre efficace. Una pedina inamovibile nello scacchiere tattico di Gasperini. Andava espulso.
JAVIER ZANETTI 6.5- Si trova a suo agio nella difesa a 3 di Gasperini.
STANKOVIC 7- Propizia il gol del vantaggio nerazzurro con una delle sue tradizionali sassate dalla distanza. Viene preferito in avvio di match a Wesley Sneijder, sogno proibito del calciomercato del Manchester United.
CAMBIASSO 6- Alcune volte è troppo frettoloso nell’impostazione del gioco. Molto bene in fase d’interdizione. Si guadagna la maglia da titolare attraverso la sua generosità durante tutto l’arco del match.
NAGATOMO 6- Il giapponesino si muove bene sulla fascia di sua competenza. Velocità supersonica per lui. E’ così veloce che a volte si perde il pallone.
SNEIJDER 6.5- Entra al posto del “morto” Zarate e illumina la scena nerazzurra. Dovrebbe giocare sempre dal primo minuto. Un indiscutibile fuoriclasse.

Palermo:

TZORVAS 6- Il portiere del Palermo non è reattivo sulla conclusione vincente di Diego Milito. Si limita a sfiorare il pallone invece che respingerlo.
BALZARETTI 6.5- Il solito motorino sulla fascia. Non è già con la testa al PSG. Grande professionista.
PISANO 6- Ci si attendeva maggiore personalità sulla fascia da parte di questo ragazzo di talento.
SILVESTRE 6.5- L’ex difensore del Catania è a tratti l’attaccante piu pericoloso del Palermo.
MIGLIACCIO 6.5- Viene adattato nel ruolo di difensore centrale. Non è la prima volta ma sarebbe preferibile inserirlo a centrocampo.
ACQUAH 6.5- Entra al posto del deludente Della Rocca e se la cava abbastanza bene.
DELLA ROCCA 4.5- Stecca la prima in maglia rosanero. Esce a fine primo tempo.
ILICIC 6- Si accende ad intermittenza. La classe non manca, la continuità sì.
BARRETO 5.5- Non argina come dovrebbe gli attacchi dell’Inter nella zona mediana del campo.
ALVAREZ 6.5- L’ex ala destra del Bari si trova a suo agio negli schemi di Devis Mangia.
MICCOLI 8- “Il Romario del Salento” è un punto fermo del Palermo di Mangia. Gioca molto bene. Grande doppietta.
ABEL HERNANDEZ 7- Si crea pericoloso in diverse circostanze ma non è cattivo sotto porta. Questi errori gli abbassano il voto. Segna la rete del 2-2.
PINILLA 7- Il gol del 4-2 è meraviglioso. Gran botta dalla distanza.
BERTOLO 6- Qualche buono spunto.