SerieA: Juve meravigliosa, Fiorentina cinica, Roma ko e la favola Novara

Pubblicato il 11 Settembre 2011 23:01 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2011 23:04

Serie A, prima giornata 2011-2012

Roma – Campionato di Calcio di Serie A, seconda giornata (la prima è stata rinviata al 21 dicembre per via dello sciopero dei calciatori).

Risultati e marcatori della giornata:

Juventus-Parma 4-1 Lichtsteiner 16′ (J) Pepe 56′ (J) Vidal 76′ (J) Marchisio 80′ (J) Giovinco 91′ (P) – Juventus (4-2-4): 1 Buffon, 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 3 Chiellini, 11 De Ceglie, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 7 Pepe, 10 Del Piero, 14 Vucinic, 24 Giaccherini. (30 Storari, 19 Bonucci, 33 Sorensen, 22 Vidal, 17 Elia, 27 Krasic, 32 Matri). All.: Conte. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Iaquinta.Parma (4-4-1-1): 83 Mirante, 5 Zaccardo, 29 Paletta, 6 Lucarelli, 19 Rubin, 80 Valiani, 4 Morrone, 8 Galloppa, 23 Modesto, 10 Giovinco, 99 Pelle’. (1 Pavarini, 33 Santacroce, 13 Brandao, 20 Blasi, 7 Biabiany, 9 Crespo, 11 Floccari). All.: Colomba. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Gobbi, Marques, Palladino, Valdes. Arbitro: Celi di Campobasso.

Chievo-Novara 2-2 Pellissier 6′ (C) Thereau 23′ (C) Marianini 35′ (N) Paci 90′ (N) – Chievo (4-3-1-2): 54 Sorrentino, 21 Frey, 12 Cesar, 3 Andreolli, 13 Jokic, 25 Vacek, 16 Rigoni, 56 Hatemaj, 8 Cruzado, 31 Pellissier, 23 Paloschi. (17 Puggioni, 20 Sardo, 15 Acerbi, 10 Luciano, 7 Sammarco, 6 Bradley, 9 Moscardelli). All.: Di Carlo. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: nessuno.Novara; (4-3-1-2): 1 Ujkani; 14 Morganella, 5 Ludi, 24 Paci, 3 Gemiti; 18 Marianini, 17 Porcari, 2 Giorgi; 6 Pinardi; 69 Meggiorini, 27 Jeda (31 Fontana, 30 Centurioni, 4 Lisuzzo, 21 Mazzarani, 11 Morimoto, 22 Pesce, 20 Granoche), All: Tesser. Squalificati: Rigoni. Diffidati: nessuno, Indisponibili: nessuno. Arbitro: Peruzzo di Schio.

Genoa-Atalanta 2-2 Veloso 7′ (G) Moralez 8′ e 44′ (A) Mesto 55′ (G)- Genoa (4-4-2): 1 Frey, 21 Bovo, 13 Kaladze, 23 Antonelli, 33 Kucka, 4 Veloso, 27 Constant, 7 Rossi, 2 Pratto, 8 Palacio. (22 Lupatelli, 24 Moretti, 5 Granqvist, 10 Birsa, 14 Seymour, 19 Jorquera, 99 Caracciolo). All.: Malesani. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Dainelli, Merkel, Ze Eduardo.Atalanta (4-4-1-1): 47 Consigli, 25 Masiello, 3 Lucchini, 4 Capelli, 13 Peluso; 7 Schelotto, 21 Cigarini, 17 Carmona, 22 Padoin, 11 Moralez, 19 Denis. (78 Frezzolini, 6 Bellini, 26 Caserta, 10 Bonaventura, 28 Gabbiadini, 89 Marilungo, 90 Tiribocchi). All.: Colantuono. Squalificati: Doni. Diffidati: nessuno Indisponibili: Ferreira Pinto, Minotti, Brighi, Manfredini. Arbitro: Rizzoli

Catania-Siena 0-0 – Catania (4-3-3): 21 Andujar, 22 Alvarez, 14 Bellusci, 3 Spolli, 33 Capuano, 27 Biagianti, 4 Almiron, 19 Ricchiuti, 7 Lanzafame, 11 Maxi Lopez, 17 Gomez. (30 Campagnolo, 2 Potenza, 5 Paglialunga, 8 Ledesma, 10 Lodi, 9 Suazo, 18 Bergessio). All.: Montella. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Llama, Legrottaglie, Izco.Siena (4-4-2): 1 Brkic, 6 Angelo, 13 Rossettini, 19 Terzi, 3 Del Grosso, 70 Mannini, 14 Gazzi, 10 D’Agostino, 23 Brienza, 11 Calaio’, 18 Gonzalez. (25 Pegolo, 2 Vitiello, 80 Contini, 8 Vergassola, 36 Bolzoni, 7 Troianiello, 22 Destro). All.: Sannino. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Reginaldo, Belmonte e Angella. Arbitro: Banti

Fiorentina-Bologna 2-0 Gilardino 20′ (F) Cerci 46′ (F)- Fiorentina (4-3-3): 1 Boruc, 16 Cassani, 5 Gamberini, 14 Natali, 23 Pasqual, 85 Behrami, 18 Montolivo, 21 Lazzari, 7 Cerci, 11 Gilardino, 8 Jovetic. (89 Neto, 29 De Silvestri, 92 Romulo, 6 Vargas, 13 Kharja, 20 Munari, 10 Silva). All.: Mihajlovic. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: nessuno.Bologna (4-3-2-1): 1 Gillet, 84 Raggi, 90 Portanova, 51 Loria, 3 Morleo, 15 Perez, 26 Mudingayi, 13 Pulzetti, 23 Diamanti, 33 Kone’, 9 Di Vaio. (25 Agliardi, 5 Antonnsson, 16 Casarini, 4 Khrin, 35 Paponi, 77 Gimenez, 89 Acquafresca). All.: Bisoli. Squalificati: Ramirez, Crespo, Vantaggiato. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Rickler, Cherubin. Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Lecce-Udinese 0-2 Basta 2′ (U) Di Natale 15′ (U)- Lecce (4-3-3): 27 Julio Sergio, 30 Oddo, 40 Tomovic, 5 Esposito, 11 Mesbah, 18 Giacomazzi, 14 Strasser, 8 Obodo, 22 Piatti, 9 Corvia, 17 Di Michele. (25 Petrachi, 13 Ferrario, 28 Brivio, 91 Bertolacci, 6 Giandonato, 7 Cuadrado, 15 Ofere). All.: Di Francesco. Squalificati: Benassi. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Carrozzieri, Olivera, Pasquato.Udinese (4-4-2): 1 Handanovic, 8 Basta, 5 Danilo, 11 Domizzi, 13 Neuton, 3 Isla, 66 Pinzi, 20 Asamoah, 27 Armero, 25 Torje, 10 Di Natale. (21 Padelli, 24 Ekstrand, 26 Pasquale, 30 Doubai, 7 Badu, 23 Abdi, 31 Fabbrini). All.: Guidolin. Squalificati: Benatia. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Floro Flores, Barreto. Arbitro: Damato

Roma-Cagliari 1-2 Conti 69′ (C) El Kabir 90′ (C) De Rossi 95′ (R) – Roma (4-3-3): 24 Stekelenburg; 77 Cassetti, 29 Burdisso, 44 Kjaer, 3 Jose’ Angel; 20 Perrotta, 16 De Rossi, 15 Pjanic; 9 Osvaldo, 10 Totti, 14 Bojan. (1 Lobont, 4 Juan, 5 Heinze, 19 Gago, 30 Simplicio, 31 Borini, 22 Borriello). All.: Luis Enrique. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Greco e Cicinho. Cagliari (4-3-1-2): 1 Agazzi, 14 Pisano, 13 Astori, 21 Canini, 31 Agostini, 8 Biondini, 5 Conti, 4 Nainggolan, 7 Cossu, 18 Nene’, 10 El Kabir. (25 Avramov, 3 Ariaudo, 24 Perico, 20 Ekdal, 30 Rui Sampaio, 19 Thiago Ribeiro, 23 Ibarbo). All.: Ficcadenti. Squalificati: Larrivey. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Eriksson. Arbitro: Gava

Palermo-Inter 4-3 Diego Milito 33′ e 50′ (I)  Fabrizio Miccoli 48′ e 85′ (P) Abel Hernandez 54′ (P) Mauricio Pinilla 90′ (P) Diego Forlan 92′ (I) – Palermo (4-4-2): 33 Tzorvas, 31 E. Pisano, 3 Silvestre, 4 Cetto, 42 Balzaretti, 90 E. Alvarez, 8 Migliaccio, 5 Barreto, 27 Ilicic, 10 Miccoli, 11 Hernandez. (99 Benussi, 2 Mantovani, 6 Munoz, 13 Aguirregaray, 7 Della Rocca, 16 Zahavi, 51 Pinilla Ferrera). All.: Mangia. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Di Matteo, Simon.Inter (3-4-3): 1 Julio Cesar, 6 Lucio, 25 Samuel, 23 Ranocchia, 4 Zanetti, 10 Sneijder, 5 Stankovic, 55 Nagatomo, 9 Forlan, Milito 28 Zarate. (12 Castellazzi, 37 Faraoni, 20 Obi, 42 Jonathan, 19 Cambiasso, 11 Alvarez). All.: Gasperini. Indisponibili: Viviano, Cordoba, Chivu, Maicon, Thiago Motta. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Arbitro: Brighi di Cesena.

Classifica SerieA – 2ª giornata

1. Juventus 1 1 0 0 4:1 3
2. Napoli 1 1 0 0 3:1 3
3. Udinese 1 1 0 0 2:0 3
4. Fiorentina 1 1 0 0 2:0 3
5. Palermo 1 1 0 0 4:3 3
6. Cagliari 1 1 0 0 2:1 3
7. Genoa 1 0 1 0 2:2 1
8. Novara 1 0 1 0 2:2 1
9. AC Milan 1 0 1 0 2:2 1
10. Lazio 1 0 1 0 2:2 1
11. Chievo 1 0 1 0 2:2 1
12. Siena 1 0 1 0 0:0 1
13. Catania 1 0 1 0 0:0 1
14. Inter 1 0 0 1 3:4 0
15. AS Roma 1 0 0 1 1:2 0
16. Cesena 1 0 0 1 1:3 0
17. Lecce 1 0 0 1 0:2 0
18. Bologna 1 0 0 1 0:2 0
19. Parma 1 0 0 1 1:4 0
20. Atalanta 1 0 1 0 2:2 -5

Convincenti vittorie da parte della Juventus e della Fiorentina. Il Novara, sotto di due gol a Chievo, riesce a strappare un bellissimo pareggio tutto cuore e grinta.

E’ grande Juve. La squadra di Antonio Conte esordisce nel nuovo stadio con una netta vittoria per 4-0 contro il Parma di Franco Colomba. Il risultato non è mai stato in discussione. I bianconeri hanno realizzato quattro reti e colpito un palo con Alessandro Matri.

Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-0 in virtà della marcatura di Stephan Lichtsteiner. L’ex laziale ha trasformato in oro il bell’assist di Andrea Pirlo e ha portato in vantaggio la sua squadra.

La seconda frazione di gioco non fa altro che confermare il copione del primo tempo. La Juventus realizza altri tre gol con Simone Pepe, Arturo Vidal e Claudio Marchisio.  Il Parma si toglie la soddisfazione del gol della bandiera solamente al 91′ con un rigore realizzato da Sebastian Giovinco.

La Fiorentina di Sinisa Mihajlovic respinge al mittente le critiche da parte dei tifosi e si impone per autorità (2-0) contro il Bologna di Pierpaolo Bisoli. I viola hanno mostrato cinismo ed esperienza. Le reti della vittoria portano la firma di Alberto Gilardino, dato per partente nello scorso mercato Estivo, e Alessio Cerci, il ragazzo di Valmontone ha detto no al Manchester City.

Parte con il piede sbagliato l’avventura della Roma targata Luis Enrique nel campionato italiano. Il Cagliari vince meritatamente per 2-1 allo Stadio Olimpico. Il giustiziere dei giallorossi è ancora una volta Daniele Conti.

Il figlio di Bruno, ex bandiera giallorossa, ha realizzato il gol dell’1-0 con un bel tiro di destro. I sardi hanno chiuso il match in pieno recupero con un bel gol dell’olandese El Kabir. Il gol di Daniele De Rossi è solo una magra consolazione per la squadra della Capitale.

Il Novara tornava a giocare in Serie A dopo ben 55 anni. I piemontesi hanno compiuto una rimonta memorabile sul campo del Chievo Verona. I gialloblù si erano portati sul 2-0 in virtù delle reti di Sergio Pellissier e Therau. Gli ospiti non hanno gettato la spugna e hanno pareggiato i conti grazie alle marcature di Marianini e Paci.

Girandola di gol ed emozioni tra Genoa e Atalanta. I tifosi rossoblù presenti allo stadio Luigi Ferraris hanno fischiato i propri giocatori, ci si aspettava una vittoria. I bergamaschi hanno messo in vetrina Maxi Moralez: l’argentino tascabile ha realizzato due bei gol. I padroni di casa hanno realizzato due reti con Giandomenico Mesto e Miguel Veloso.

L’Udinese si conferma una delle big del nostro campionato. I friulani hanno vinto con merito a Lecce grazie ai gol di Dusan Basta e Totò Di Natale. Chiude il pomeriggio lo scialbo pareggio a reti bianche tra Siena e Catania.

Esordio da incorniciare per Devis Mangia, allenatore del Palermo, nel campionato di calcio di Serie A. Il 37enne ha vinto la sfida tattica contro il tecnico dell’Inter Gian Piero Gasperini.
Eppure l’Inter era partito meglio  e si era portato in vantaggio già al 33′ minuto con un gran gol realizzato da Diego Milito.

Primo tempo con poche emozioni, seconda frazione di gioco al cardiopalma. Alternanza di risultato: il Palermo pareggia i conti con Fabrizio Miccoli, ispiratissimo questa sera, ma l’Inter si riporta in vantaggio (2-1) con un contestato calcio di rigore di Milito.

Partita finita? Neanche per sogno. Triangolazione tra Joseph Ilicic, Miccoli e Hernandez con gol del 2-2 dell’uruguaiano. L’Inter si innervosisce e non riesce a rientrare nel match; il Palermo trova il terzo e quarto gol con Fabrizio Miccoli, su calcio di punizione, e Mauricio Pinilla, gran botta da fuori area.

L’Inter riesce a trovare il terzo gol , a tempo scaduto, con Diego Forlan. Primo gol in Serie A per l’attaccante uruguaiano ex Atletico Madrid.