Serie A, Inter batte Milan e vola al comando. Napoli stenta

di redazione blitz
Pubblicato il 13 Settembre 2015 23:09 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2015 23:10

ROMA – La vittoria (1-0) nel derby di Milano proietta l’Inter da sola in testa alla classifica di Serie A. A segno Guarin, nella ripresa si rivede in campo con il Milan Balotelli, che coglie un palo. Dietro inseguono in cinque, a cominciare dalla Roma che passando a Frosinone sabato è a 7 punti come Chievo, Palermo, Torino e Sassuolo.

Nell’altro posticipo la Lazio batte l’Udinese con una doppietta dell’esordiente Matri ed aggancia la Fiorentina a 6 punti. Domani Sampdoria-Bologna, rinviata per maltempo, chiuderà la terza giornata. La classifica racconta della conclamata crisi della Juventus (un punto in tre gare) e di quella strisciante del Napoli, che impatta a Empoli nel derby che non porta fortuna a Sarri.

Campionato quindi sorprendente, ma spettacolare perché le quattro prime partite odierne regalano quattro 2-2 pirotecnici con animosità, spunti e tanti gol pregevoli (Insigne, Pinilla, Floro Flores). C’è gloria anche per due grandi vecchi: Toni trasforma un rigore, Borriello torna al gol dopo due anni.

La Roma prepara con calma la sfida col Barca dopo avere vinto soffrendo a Frosinone. Garcia sta inserendo i vari innesti con piu’ serenita’ di Allegri che e’ alle prese con una crisi imprevedibile. Sale la Fiorentina che oltre a battere il Genoa, sabato, ha rivisto in campo dall’inizio Giuseppe Rossi.

Il Napoli continua la sua stagione travagliata. Anche a Empoli è costretto a inseguire per recuperare gli errori di una difesa ancora incerta. Fa molto Saponara col gol del vantaggio e l’assist per Pucciarelli, ma almeno recupera prima con una perla di Insigne e con Allan. In chiusura Callejon coglie un palo in posizione di fuorigioco.

Sarri stenta ancora a far carburare la squadra e il distacco dalla vetta aumenta. Il gruppo di outsider ai vertici perde i pezzi: il Torino riesce solo a inseguire il Verona in una gara che diventa incandescente nella ripresa giocata sotto la pioggia. Ma il grande cuore granata non si arrende mai e prima Baselli e poi Acquah recuperano il vantaggio dei veneti.

Emozioni a non finire anche a Reggio Emilia col Sassuolo che sbaglia molto in difesa e non riesce a stendere la munita roccaforte atalantina. Non manca nulla: un rosso per uno (prima Pinilla e poi Vrsaljko), un rigore parato su Sansone e uno su Maxi Moralez.

L’Atalanta di distende con una doppietta di Pinilla (il primo con una spettacolare rovesciata in sospensione), il Sassuolo recupera prima con Magnanelli e poi con Floro Flores, al suo terzo centro consecutivo.

Sembrava più facile il compito per il Palermo opposto alla matricola Carpi, che conquista il primo punto in serie A. E invece il vantaggio di Hiljemark illude i siciliani che subiscono il ritorno degli avversari che pareggiano con un autogol di Vitiello e vanno avanti con Borriello in gol quando è entrato da appena 20″.

Ma i siciliani recuperano con Djurdjevic e il Carpi conquista il primo punto in serie A.

Risultati e marcatori della terza giornata. 

SAMPDORIA-BOLOGNA RINVIATA PER ALLERTA METEO.

INTER-MILAN 1-0, gol: Fredy Guarin 57′.
Inter (4-3-3): Handanovic; Santon, Medel, Murillo, Juan Jesus; Guarin, Felipe Melo, Kondogbia; Perisic, Icardi, Jovetic.
A disp.: Carrizo, Alex Telles, Montoya, D’Ambrosio, Nagatomo, Ranocchia, Brozovic, Gnoukouri, Ljajic, Palacio, Biabiany, Manaj. All.: Mancini
Milan (4-3-1-2): Diego Lopez; Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Bonaventura, Montolivo, Kucka; Honda; Luiz Adriano, Bacca.
A disp.: Abbiati, Donnarumma, Calabria, Mexes, Ely, Alex, José Mauri, Poli, Nocerino, Cerci, De Jong, Balotelli. All.: Mihajlovic
Arbitro: Rocchi.

LAZIO-UDINESE 2-0, gol: Alessandro Matri 64′ e 73′.
Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Hoedt, Radu; Cataldi, Parolo; Candreva, Mauri, Lulic; Keita.

UDINESE (3-5-2): Karnezis, Heurtaux, Danilo, Piris; Edenilson, Kone, Iturre, Fernandes, Adnan; Zapata, Thereau. Allenatore: Colantuono.

VERONA-TORINO 2-2, gol: Toni 49′, Baselli 66′, Gomez 71′ ed Acquah 73′.
Verona (4-3-3): Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala, Viviani, Greco; Siligardi, Luca Toni, Gomez.
A disp.: Gollini, Coppola, Albertazzi, Helander, Bianchetti, Winck, Romulo, Ionita, Wszolek, Pazzini, Zaccagni, Janokovic.
Squalificati: –
Indisponibili: Fares, Hallfredsson.

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Molinaro; Bruno Peres, Obi, Vives, Baselli, Avelar; Quagliarella, Belotti.
A disp.: Ichazo, Castellazzi, Mantovani, Jansson, Benassi, Prcic, Zappacosta, Acquah, Maxi Lopez, Martinez, Amauri. All.: Ventura
Squalificati: –
Indisponibili: Farnerud, Maksimovic, Gazzi, Moretti, Gaston Silva.

EMPOLI-NAPOLI 2-2, gol: Saponara 3′, Insigne 7′, Pucciarelli 18′, Allan 49′.
Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui; Zielinski, Diousse, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone.
A disp.: Pugliesi, Pelagotti, Laurini, Camporese, Costa, Bittante, Ronaldo, Maiello, Piu, Krunic, Paredes, Livaja. All.: Giampaolo
Squalificati: –
Indisponibili: Mchedlidze, Cosic, Buchel

Napoli (4-3-1-2): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Hysaj; Allan, Valdifiori, Hamsik; Insigne; Higuain, Gabbiadini.
A disp.: Rafael, Gabriel, Strinic, Henrique, Ghoulam, Koulibaly, David Lopez, Jorginho, Dezi, El Kaddouri, Callejon, Mertens.
All.: Sarri
Squalificati: –
Indisponibili: –

PALERMO-CARPI 2-2, gol: Hiljemark 6′, autogol di Vitiello 23′, Marco Borriello 64′ e Djurdjevic 88′.
Palermo (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, El Kaoutari; Rispoli, Hiljemark, Jajalo, Lazaar; Vazquez, Quaison, Gilardino.
A disp.: Colombi, Andelkovic, Goldaniga, Pirrello, Daprelà, Brugman, Maresca, Chochev, Trajkovski, Cassini, Djurdjevic.
All.: Iachini
Squalificati: Struna (1)
Indisponibili: Bolzoni, Morganella

Carpi (3-5-2): Benussi; Zaccardo, Bubnjic, Gagliolo; Letizia, Lollo, Bianco, Fedele, Gabriel Silva; Matos, Mbakogu.
A disp.: Brkic, Belec, Cofie, Romagnoli, Wallace, Lazzari, Di Gaudio, Gino, Martinho, Wilczek, Borriello, Lasagna. All.: Castori
Squalificati: nessuno
Indisponibili.

SASSUOLO-ATALANTA 2-2, gol: Pinilla 13′ e 32′, Magnanelli 23′, Antonio Floro Flores 41′. Sportiello ha parato un rigore a Sansone al 7′, Consigli ha parato un rigore a Moralez all’85’.
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Floro Flores, Defrel, Sansone.
A disp.: Pomini, Pegolo, Longhi, Gazzola, Fontanesi, Terranova, Biondini, Pellegrini, Laribi, Politano, Falcinelli, Floccari. All.: Di Francesco
Squalificati: –
Indisponibili: Berardi, Antei

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Bellini, Paletta, Cherubin, Dramé; Carmona, De Roon, Kurtic; Moralez, Pinilla, Gomez.
A disp.: Bassi, Stendardo, Toloi, Masiello, Cigarini, Radunovic, Raimondi, Migliaccio, Grassi, D’Alessandro, Denis, Monachello. All.: Reja
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Estigarribia.