Serie A, Roma: Tifosi temono il fallimento

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 19 Novembre 2009 16:36 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2009 16:36

tifosi romaPreoccupazione e dubbi.

I tifosi della Roma si svegliano con un nuovo problema da affrontare per il futuro societario: la paura del fallimento.

Non si pensa più al rientro di Totti domenica o alla colica di De Rossi.

Ascoltando le radio locali, i fan giallorossi sono preoccupati per ciò che ha scritto “Il Messaggero” sulla situazione economica della controllante Italpetroli, che apre scenari temuti da tempo che si vanno sempre più concretizzando.

E c’è chi teme si arrivi al fallimento del club.

Tra l’altro questa paura non sarebbe nemmeno immotivata. Al di là delle testimonianze riportate dal “Il Messaggero” c’è da dire che in Italia lo stesso percorso ha colpite diverse società di calcio.

Fiorentina e Napoli sono state acquistate da Della Valle e De Laurentiis con la medesima formula: fallimento della società e acquisto a pochi soldi.

Gli unici “salvatori della patria” potrebbero essere o dei magnati stranieri o degli investitori romani che siano realmente tifosi della Roma.

È fuori discussione che acquistare la società senza farla fallire non è conveniente. Il suo prezzo in caso di fallimento e retrocessione del club scenderebbe in modo vertiginoso.

Gli investitori stranieri accostati al nome della Roma sono tutte “bufale o rumors” per un semplice motivo:

La tassazione italiana e l’assenza di stadi di proprietà fanno si che l’investimento nella nostra Nazione non sia conveniente.