Serie A ricomincerà senza il Var? Le riserve del capo degli arbitri Nicchi, i dubbi sulla regolarità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 9:29 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 9:35
Serie A ricomincerà senza il Var? Le riserve del capo degli arbitri Nicchi, i dubbi sulla regolarità

Serie A senza Var (Ansa)

ROMA – Forse il Var non è la questione più impellente, in termini generali (stiamo incrociando le dita per la fine del contagio), in termini relativi perché davvero non si sa se e come ricomincerà il campionato di Serie A. Ma hanno fatto molto discutere (si fa per dire, la pandemia ha almeno ridotto il cicaleccio calcistico) le riserve del numero 1 degli arbitri Marcello Nicchi sull’uso del cosiddetto Var, l’assistente video dei direttori di gara, una specie di moviola in campo.

“Ripartire senza VAR potrebbe essere una delle cose che ci costringono a fare. Oggi per il VAR si usano ambienti angusti tipo furgoni dove, oltre agli arbitri, lavorano operatori tv e mancano le distanze di sicurezza”.

Niente da dire, la salute degli arbitri – i più esposti secondo Nicchi perché sempre in viaggio si treni e aerei – vale come quella di tutti gli altri attori dello spettacolo sportivo. Ma, insomma, davvero non si possono attrezzare locali e aree protette per fornire un servizio in tutta sicurezza? 

Fa bene la redazione di Sport Mediaset a criticare la misura: stesse squadre, stessi arbitri, stesse regole, questo ci aspettiamo per non pregiudicare la regolarità del campionato. Quella di Nicchi, si sostiene, è utile se vale come una provocazione, un modo per affrontare concretamente il problema. Ma non può essere lo scenario realistico dei prossimi mesi. (fonte Sport Mediaset)