Serie A: Udinese vince e tallona la Juventus

Pubblicato il 30 Ottobre 2011 17:46 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2011 17:47

– UDINE, 30 OTT – L'Udinese ricomincia a marciare. Seppure con qualche spreco di troppo supera di misura un Palermo ancora in crisi fuori dalle mura amiche, cancella la sconfitta con il Napoli e resta agganciata al treno di testa. Con un Di Natale sempre determinante e sempre piu' capocannoniere. Il Palermo arriva a Udine con due obiettivi. Invertire la rotta che lo vede soffrire in trasferta, con un solo punto conquistato in quattro gare. E, soprattutto, cancellare la doppia sconfitta rifilata dai bianconeri lo scorso anno, con quel pesantissimo 0-7 ingoiato in Sicilia. Per lo scopo Mangia schiera i suoi con il consueto 4-4-2, l'assetto tattico brevettato dopo le prime due giornate, e si affida al talento di Miccoli e alle percussioni offensive di Zahavi. Ma la partita la fa l'Udinese, tornata quella vista in avvio di stagione dopo la parentesi di Napoli. La difesa e' tornata nel suo assetto titolare, Benatia-Danilo-Domizzi. A centrocampo rientra Isla. Sulle fasce Basta e Asamoah a dare la spinta giusta. Di Natale e' in campo, nonostante i dubbi espressi alla vigilia da Guidolin sul suo utilizzo, forse piu' per fare pretattica che per un reale fastidio muscolare alla gamba del fuoriclasse bianconero. Il capitano e' in perfetta forma. E duetta alla perfezione con Floro Flores, preferito a Torje, in calo di prestazioni e condizioni nelle ultime giornate. A fugare i dubbi sulla loro possibile coesistenza in campo sono stati i due attaccanti, mostrandosi capaci di duettare con sincronismi perfetti. Non e' un caso che il primo brivido dell'incontro lo procurino proprio i due napoletani, al 10'. Floro Flores, all'inizio particolarmente vivace, scappa sulla destra e serve Di Natale al limite dell'area; girata e palla sopra la traversa a Tzorvas battuto. La gara si sblocca al 38' quando il solito Di Natale viene pescato da un assist di Basta dalla destra. Solo in area il bomber bianconero gira al volo e supera l'estremo rosanero. Il Palermo cerca subito la reazione. Miccoli entra in area, lascia la difesa bianconera ferma in attesa di una bandierina del guardalinee che non si alza, ma lo stop non e' preciso e Danilo sventa il pericolo. Sul cambio di fronte Armero ruba palla e taglia il campo per Di Natale che aggancia palla e fa partire un pallonetto che scavalca Tzorvas, ma la conclusione, stavolta, non e' precisa. Nella ripresa il Palermo torna in campo piu' arrembante. I rosanero provano in piu' occasioni a rimediare allo svantaggio con Miccoli, autore di un colpo di testa insidioso, e Ilicic, entrato a dare maggior peso all'attacco palermitano. Ma e' l'Udinese a sfiorare ancora una volta il raddoppio con una cavalcata di Isla sulla destra al 25', cross in area per Di Natale che calcia al volo, ma la palla esce di poco a lato. Al 31' ancora occasionissima per l'Udinese. Di Natale con un colpo di tacco crea la superiorita' numerica e smarca Armero che si trova un'autostrada davanti a Tzorvas, leggermente spostato sulla sinistra. La conclusione del colombiano non e' delle piu' felici e si stampa sul palo. Negli ultimi minuti di gara, allo scadere e in pieno recupero, l'Udinese fallisce clamorosamente altre due occasioni per ampliare il vantaggio, sempre con Abdi. Troppi sprechi, ma alla fine la vittoria se la mette in tasca. E la corsa continua. .