Serie A, Milan e Napoli rispondono a Juventus e Inter. Spal che gioia

Pubblicato il 27 agosto 2017 23:13 | Ultimo aggiornamento: 27 agosto 2017 23:16
Serie A, Milan e Napoli rispondono a Juventus e Inter. Spal che gioia

Serie A, Milan e Napoli rispondono a Juventus e Inter. Spal che gioia
ANSA / MATTEO BAZZI

ROMA – Napoli e Milan in scia di Juve e Inter, che ieri avevano fatto la voce grossa in trasferta, andando a vincere a suon di gol sui campi di Genoa (4-2) e Roma (3-1). La seconda giornata del massimo campionato si chiude con le big in testa, perché la squadra di Sarri e quella di Montella si sono imposte rispettivamente con Atalanta e Cagliari in casa, ma tra mille sofferenze.

Il Napoli è stato a lungo sotto per il gol dopo un quarto d’ora di Cristante. Nella ripresa, però, ci hanno pensato Zielinski, il solito Mertens e Rog a ristabilire le gerarchie e a domare la ‘bestia nera’ bergamasca (nella passata stagione zero punti e zero gol fatti contro Gasperini).

Quanti tormenti anche per il Milan che Cutrone (sei partite, quattro gol) lancia verso una vittoria agevole e invece Joao Pedro firma il pari: ci vuole una magnifica punizione di Suso per riportare i rossoneri avanti.

Per i sardi, due partite e due sconfitte: una partenza di fuoco. Nella Lazio si sblocca Ciro Immobile e arriva la prima vittoria, sul campo del Chievo: a firmarla, però, ci pensa Milinkovic-Savic, dopo che Pucciarelli aveva firmato il pari.

La Fiorentina aveva già intuito che sarebbe stata una stagione complicata e ne ha avuto conferma stasera, sul proprio terreno, dove è stata sconfitta dalla Samp, in gol con il due d’attacco formato da Caprari e Quagliarella.

Inutile il gol di Badelj. La Spal torna a vincere in serie A dopo 49 anni, battendo l’Udinese 3-2. Un match non senza sorprese, con i gol di Borriello e Lazzari che avevano fatto subito cullare il sogno del successo per la Spal.

Ma i friulani non mollano e, prima con Nuytinck, poi con Théréau raggiungono i ferraresi. Il sale, però sta nella coda e Rizzo al 3′ dei 7′ di recupero concessi dall’arbitro firma il definitivo 3-2.

Nel pomeriggio il Torino aveva strapazzato il Sassuolo per 3-0 con un gol da cineteca di Belotti: spettacolare e acrobatica rovesciata su cross dalla destra di De Silvestri. Lasciarlo partire adesso diventa più difficile.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other