Serie B, Lecce-Triestina

Pubblicato il 27 Febbraio 2010 12:59 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2011 14:07

Campionato Serie B

Campionato Serie B, Lecce-Triestina.

Segui la partita in diretta live streaming tempo reale (CLICCA QUI).

La squadra di De Canio risponde al successo dell’Ancona (che ha sconfitto il Vicenza) e conserva la leadership di Serie B.

Reduce dal pareggio dell’Olimpico di Torino, il Lecce sfida alla Via del Mare’ il Padova senza lo squalificato Schaivi e il nazionale Marilungo: in campo c’è a sorpresa Bergougnoux al posto di Baclet.

Veneti invece in formazione tipo e determinati a inanellare il sesto risultato utile consecutivo.

CHE PALO DI RABITO – Ritmo alto nelle prime battute: salentini vicini al vantaggio con Defendi, che all’8′ viene ipnotizzato da Agliardi.

La squadra di De Canio continua il forcing e al 19′ è angelo con una pregevole conclusione al volo a impensierire l’estremo difensore dei veneti che si supera ancora una volta.

Il Padova comincia a prendere le misure all’avversario e addormenta un po’ la gara: un brivido alla Via del Mare arriva al 37′ quando Rabito lascia partire un terrificante sinistro che centra in pieno il palo.

Nel finale di tempo Angelo ignora a centro area Defendi e viene neutralizzato ancora da Agliardi.

IL JOLLY DI JIDAIY – La ripresa si apre con l’ennesima risposta del portiere padovano su Defendi, ma sono proprio gli ospiti a colpire grazie alla rete da cineteca di Jidaiy: l’ex Sassuolo al 62′ indovina il secondo palo con un gran destro al volo che Rosati può solo ammirare.

Due minuti più tardi lo stesso Jidaiy sfiora il raddoppio con un’altra sventola da fuori area che sfiora il palo. E’ un gran momento per il Padova che chiama Rosati al grande intervento sul siluro di Di Nardo.

RIMONTA SALENTINA Quando l’ago della bilancia sembra pendere dalla parte dei biancorossi, il Lecce conquista un calcio di rigore per atterramento di Cesar su Defendi: il difensore si becca inevitabilmente il secondo giallo e lascia in dieci il Padova.

Dagli undici metri Corvia non sbaglia e firma il pareggio. In superiorità numerica i salentini spingono ma sprecano con Giuliatto che manda fuori dopo un assist delizioso di Giacomazzi.

Ma la rete che vale i tre punti arriva a sei minuti dal termine con Vives, che supera l’incolpevole Agliardi con un missile rasoterra. Il Lecce torna capolista a +1 sull’Ancona, il Padova precipita a -5 dalla vetta.