Calcio serie B, Pescara: arresti ultrà, protesta fuori dallo stadio

Pubblicato il 11 Dicembre 2010 16:33 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2010 16:37

Quasi duemila ultra’ del Pescara (controllati dalle forze dell’ordine) stanno seguendo la gara Pescara-Vicenza dall’esterno dello Stadio Adriatico per protestare contro l’arresto di alcuni tifosi biancazzurri, ritenuti responsabili di alcuni incidenti accaduti prima e dopo la gara amichevole Pescara-Roma, disputata lo scorso 8 agosto nel capoluogo adriatico.

Come si ricordera’ lunedi’ scorso finirono in manette 19 supporter delle due squadre (11 romanisti e 7 pescaresi), oltre ad un tifoso interista, originario di Penne (Pescara), ma residente a Milano (l’unico a cui i magistrati non hanno concesso i domiciliari).

Nel volantino distribuito prima della gara i tifosi della Nord contestano anche il sequestro della sede dei Pescara Rangers (dissequestrata nei giorni scorsi e tornata nelle disponibilita’ dell’Ater che ne e’ proprietaria).

Assieme ai tifosi biancazzurri, all’esterno dello stadio ci sono anche alcune decine di sostenitori vicentini che in virtu’ del gemellaggio, stanno solidarizzando con i colleghi abruzzesi.