Serie B, rinviate le prime due giornate? La richiesta di Tommasi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 agosto 2018 17:04 | Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2018 17:04
Serie B, rinviate le prime due giornate? La richiesta di Tommasi

Serie B, rinviate le prime due giornate? La richiesta di Tommasi (foto Ansa)

ROMA – Ha preso il via, presso un hotel di Roma vicino alla stazione Termini, la riunione tra Associazione italiana calciatori e una folta rappresentanza di capitani di Serie B e C (dei club interessati al ripescaggio), con al centro l’ipotesi di scioperare in occasione della prima giornata del torneo cadetto contro la decisione di bloccare i ripescaggi e procedere con un calendario a 19 squadre. All’ingresso, ha parlato il presidente del sindacato Calciatori, Damiano Tommasi: “Se chiederemo lo sciopero? Illustreremo la situazione anche alla luce degli ultimi fatti, che onestamente non sono così piacevoli, e poi prenderemo una decisione”, ha sottolineato Tommasi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

“Cosa mi aspetto? Una bella chiacchierata – ha aggiunto prima di iniziare la riunione – sono stati invitati alcuni rappresentanti dei club, anche di Serie C, non soltanto i capitani. Vediamo cosa esce dalla riunione”.

“Abbiamo valutato la situazione, in questi giorni faremo approfondimenti con i calciatori. Rimane lo stato di agitazione e continuiamo a ritenere che sarebbe più opportuno almeno rinviare le prime due giornate aspettando il pronunciamento del Collegio di Garanzia”.

Così il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi, dopo l’incontro con i 19 club di Serie B e delle sei società che ambiscono al ripescaggio, contro la decisione di Figc e Lega di B di bloccare i ripescaggi e iniziare il campionato il 24 agosto.

“Lo sciopero? Oggi non avevamo intenzione di proclamare nulla”, ha proseguito Tommasi, sottolineando che nell’incontro “è stato condiviso un comportamento gravissimo nei confronti dei calciatori da parte della Lega e delle società, che si è verificato in questi giorni e che ovviamente faremo presente in sede legale. Sicuramente non è un buon inizio”.

Il riferimento è a un comunicato che, secondo l’Aic, i club hanno sottoposto alla firma dei capitani delle loro squadre per evitare lo sciopero: “Questo la dice lunga sulle pressioni che i giocatori hanno ricevuto in questi giorni”, ha aggiunto Tommasi Adesso è corsa contro il tempo, con il presidente Aic che auspica un incontro a breve con il presidente della Lega B, Mauro Balata: “Ci sentiremo nelle prossime ore, l’auspicio è quello che si possa tornare a parlare come abbiamo fatto sempre con la B in maniera costruttiva – conclude Tommasi -. Se si gioca Brescia-Perugia? In questo momento non saprei rispondere”.