Serie B

Classifica Serie B: Frosinone guida su Empoli, Perugia e Carpi

Classifica Serie B: Frosinone guida su Empoli, Perugia e Carpi

Classifica Serie B: Frosinone guida su Empoli, Perugia e Carpi

ROMA – Risultati della quinta giornata del campionato di calcio di Serie B:

  • Ascoli-Frosinone 0-1
    Avellino-Venezia 1-1 (giocata ieri)
    Bari-Cremonese 1-0
    Carpi-Foggia 1-3
    Cittadella-Cesena 4-0
    Palermo-Perugia 1-0
    Parma-Empoli 1-2
    Pescara-Entella 2-2
    Pro Vercelli-Salernitana 1-1
    Spezia-Novara 1-0
    Ternana-Brescia 0-0 rinviata

Classifica del campionato di calcio di Serie B dopo le partite della quinta giornata:

  • P G V N P GF GS
    Frosinone 13 5 3 2 0 11 6
    Empoli 11 5 3 2 0 12 7
    Perugia 10 5 3 1 1 13 5
    Carpi 10 5 3 1 1 5 4
    Palermo 9 5 2 3 0 7 4
    Cittadella 7 5 2 1 2 9 6
    Cremonese 7 5 2 1 2 8 5
    Venezia 7 5 1 4 0 3 1
    Avellino 7 5 2 1 2 10 9
    Spezia 7 5 2 1 2 3 4
    Pescara 6 5 1 3 1 14 12
    Bari 6 5 2 0 3 8 8
    Novara 6 5 2 0 3 3 4
    Parma 6 5 2 0 3 3 6
    Brescia 5 4 1 2 1 2 2
    Ternana 5 4 1 2 1 6 7
    Entella 5 5 1 2 2 8 11
    Foggia 5 5 1 2 2 7 13
    Salernitana 4 5 0 4 1 6 7
    Cesena 4 5 1 1 3 3 9
    Ascoli 3 5 1 0 4 4 9
    Pro Vercelli 1 4 0 2 3 2 8
    – Brescia e Ternana una partita in meno.

Il Bari, dopo tre ko di fila, torna alla vittoria, contro la Cremonese al San Nicola, davanti a oltre tredicimila spettatori, grazie ad un gol di Improta al 27′ st, su assist di Brienza. I pugliesi, schierati da Grosso con la difesa a tre, hanno disputato una gara ordinata, rischiando poco ma proponendo un possesso palla non abbastanza produttivo. Decisivo, per rompere l’equilibrio in campo, è risultato l’innesto nella ripresa di Brienza che ha dato imprevedibilità alla manovra offensiva, dettando passaggi e inserimenti per i compagni, mentre nel bilancio della prova dell’undici di Tesser hanno avuto un peso gli infortuni di Dos Santos e Croce (nel giro di due minuti, a fine primo tempo). Dopo lo svantaggio la reazione dei lombardi è stata evanescente e Micai non ha corso grandi pericoli.

Tutto facile al Tombolato per il Cittadella, che batte 4-0 il Cesena e balza al sesto posto in classifica con 7 punti. Partita subito in discesa per i padroni di casa, che all’8′ passano in vantaggio con un gol di Kouamé su assist di Schenetti. Al 26′ Pasa si procura il primo rigore della serata: Fulignati respinge il tiro di Litteri, ma non può nulla sul tap-in di Salvi. Dopo un’occasione sprecata da Jallow, gli ospiti spariscono dal campo; il Cittadella colpisce un palo con Settembrini, sfiora il gol in altre due occasioni e trova il 3-0 al 45′ con la doppietta di Kouamé su lancio di Settembrini. Nella ripresa la musica non cambia, con i granata sempre avanti a testa bassa e il Cesena a guardare. Al 34′ il signor Pillitteri di Palermo concede il secondo rigore della serata al Cittadella: questa volta sul dischetto si presenta Iori e non sbaglia. Festa rimandata per Cacia, che con una doppietta avrebbe eguagliato il record di Stefan Schwoch per numero di gol segnati in serie B.

Con un gol di Marilungo, lo Spezia supera di misura il Novara e si porta nelle parti nobili della classifica. Al “Picco” finisce 1-0 per i liguri allenati da Gallo, bravi a colpire in avvio di primo tempo per poi difendersi con ordine dagli assalti della squadra di Corini. Sono proprio i padroni di casa a partire meglio e a segnare, al 12′, il gol che decide l’incontro: Marilungo capitalizza l’unica vera palla gol del primo tempo e, sugli sviluppi di un corner battuto da Mastinu, sfrutta una deviazione aerea per battere da pochi passi Montipò.

Il solito Pescara autolesionista getta alle ortiche ancora una volta la vittoria, subendo la terza rimonta della stagione. Dopo Frosinone e Salernitana, anche la Virtus Entella ringrazia, pareggiando per 2-2 nel finale dopo essere andata sotto per 2-0, con gli abruzzesi in rete con Capone al 17′ del primo tempo e Brugman al 19′ della ripresa. Poi le consuete amnesie, con la squadra ligure che prima trova il 2-1 con Luppi al 31′ e poi con Diaw il 2-2, nelle sue uniche conclusioni a rete della gara. Fischi al 91′ dei tifosi biancazzurri all’indirizzo della squadra.

Prima sconfitta della stagione del Carpi, ma anche prima vittoria del Foggia (1-3) che conquista in Emilia un prezioso successo in rimonta. Una battuta d’arresto per la formazione di casa che lascia il primo posto. Carpi in vantaggio dopo appena nove minuti di gioco con Mbakogu. Dopo l’intervallo il Foggia scendo in campo trasformato e legittima la vittoria con una prestazione di spessore. Al 6′ il pareggio di Martinelli e poco dopo al 20′ arriva la rete del vantaggio con Chirico. Il Carpi due minuti dopo resta in dieci per l’espulsione (doppia ammonizione) di Saber. Il Foggia insiste nella propria azione offensiva e con l’ex Beretta al 44′ chiude la partita.

Basta un gol di Nestorovski (rigore al 36′ della ripresa) al Palermo per superare il Perugia capolista. Vittoria meritata per i rosanero al termine di una partita molto combattuta. Il Palermo si fa vedere più spesso davanti ma la partita rimane comunque equilibrata con occasioni non sfruttate da un lato e dall’altro. Incredibile il gol che si divora Bonaiuto dopo un’uscita a vuoto di Posavec nel finale del primo tempo. In apertura della ripresa, Chochev si ritrova da solo davanti a Rosati ma tira sul portiere. Risolve la partita Nestorovski. Il penalty è stato assegnato per un fallo di mano in area di Colombatto. Nel finale espulso Bellusci.

To Top