Serie C, i club hanno deciso: Monza, Vicenza e Reggina in Serie B. Polemiche sul Carpi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 8 Maggio 2020 13:53 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2020 13:53
Serie C, i club hanno deciso: Monza, Vicenza e Reggina in Serie B. Polemiche sul Carpi

Serie C, i club hanno deciso: Monza, Vicenza e Reggina in Serie B. Polemiche sul Carpi (foto Ansa)

ROMA – Dopo giorni di trattative, i club di Serie C hanno raggiunto un accordo: sospendere definitivamente il campionato in corso promuovendo in Serie B Monza, Vicenza, Reggina e Carpi.

Questo piano d’azione è stato definito dopo numerose conference call tra i presidenti dei club di Serie C ed il presidente della Lega Francesco Ghirelli.

Per tramutare questo progetto in legge, bisognerà attendere il Consiglio Federale che si terrà tra qualche giorno.

Se il Consiglio Federale approverà questo progetto, la Serie C verrà sospesa definitivamente con la promozione in B dei club di cui abbiamo parlato sopra.

Sono state scelte queste quattro società perché Monza, Vicenza e Reggina  guidano i loro gironi mentre il Carpi è la migliore seconda.

Sulle prime tre nessuno ha avuto da ridire invece ci sono state feroci polemiche sul Carpi perché Bari e Reggio Audace si sentono defraudate.

Infatti anche Bari e Audace sono seconde in classifica ma il Carpi è stato preferito perché ha una media punti ponderata superiore al momento della sospensione del torneo.

In questo piano non si parla solamente delle squadre promosse in Serie B, che comunque è la questione più importante, ma anche del discorso retrocessioni.

I club, di comune accordo, hanno deciso di bloccare retrocessioni e ripescaggi, quindi nessuna squadra scenderà negli “inferi” del dilettantismo.