Mondiali, sexy tifose olandesi espulse dallo stadio: “Pubblicità illegale”

Pubblicato il 15 Giugno 2010 14:23 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 11:30

Sono state prima espulse dallo stadio di Soccer City, a Johannesburg, per poi finire per alcune ore in un ufficio della Fifa.

È successo a 36 avvenenti ragazze olandesi durante la sfida d’esordio della nazionale olandese contro la Danimarca di ieri 14 giugno.

Tutto nasce da uno spot che gira in rete da diverso tempo: una breve carrellata di immagini pescate dai mondiali e dagli europei del passato. Le telecamere si rivolgono sullo sguardo triste e annoiato degli stewart rivolto verso la curva, gremita di tifosi olandesi. Tutti maschi. Poi, in Sudafrica, finalmente una gradita novità: bellissime ragazze in abiti sexy che tifano per gli Orange.

L’idea è venuta ai produttori della birra olandese Bavaria che, dopo aver lanciato lo spot, hanno pensato bene di inviare davvero una “squadra” di 36 bionde in Sudafrica.

Le ragazze si sono immediatamente guadagnate l’attenzione dei fotografi. Peccato, però, che non abbiano potuto assistere alla partita: le sexy-tifose – rivela il quotidiano “The Star” – sono state prima espulse dallo stadio per poi finire in “ostaggio” in un ufficio della Fifa. L’accusa nei loro confronti era di aver infranto le regole del marketing. La Federcalcio internazionale tra i propri sponsor ha infatti la Budweiser, brand concorrente di Bavaria.

“Stavamo intonando cori, ci stavamo divertendo. Ci hanno detto che stavamo facendo pubblicità illegale, stavamo violando la legge sudafricana”  ha raccontato una delle tifose. “Ci hanno detto che saremmo state arrestate e che saremmo finite in carcere per 6 mesi”, ha aggiunto.

Un portavoce della Bavaria ha stigmatizzato la posizione assunta dalla federcalcio mondiale: “La Fifa -ha detto – non ha il monopolio sull’arancione”.

Ecco le sexy tifose degli Orange: