Shaw, video incidente Inghilterra-Spagna: esce in barella con l’ossigeno. Ora sta bene

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2018 9:30 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2018 9:30
Shaw, video incidente Inghilterra-Spagna: esce in barella con l'ossigeno. Ora sta bene

Shaw, video incidente Inghilterra-Spagna: esce in barella con l’ossigeno. Ora sta bene

LONDRA (INGHILTERRA) – Grave incidente per il difensore dell’Inghilterra Luke Shaw a inizio del secondo tempo di Inghilterra-Spagna, valida per la Nations League. Il difensore del Manchester United è rimasto in terra privo di sensi, dopo essere caduto pesantemente sul terreno di gioco, in seguito a uno scontro di gioco.

Immediato l’intervento dello staff medico, con il pubblico di Wembley ammutolito, una volta resosi conto dell’accaduto e il giocatore che non dava alcun segno di movimento. Shaw, con il collo e la testa imbracati, ha lasciato dopo diversi il campo in barella, accompagnato dal caloroso applauso di auguri di tutto lo stadio.

Notizie rassicuranti su Luke Shaw filtrano dai media britannici, secondo cui il giocatore avrebbe ripreso i sensi e tranquillizzato i suoi cari.

In ogni caso, l’esterno britannico dovrebbe essere trasportato in ospedale per accertamenti. Già nel 2015 Shaw era stato vittima di un brutto infortunio in un match di Champions contro il Psv, procurandosi la frattura di tibia e perone.

L’Inghilterra di Southgate illude, la ‘nuova’ Spagna di Luis Enrique vince e, soprattutto, convince. Il big match del Gruppo 4 del Gruppo A della Nations League, di scena a Wembley, finisce 2-1 per la ‘Roja’ che pure era andata sotto dopo 11′ per la rete del redivivo Rushford, subito pareggiata (13′) da Saul con una fucilata al limite e palla nell’angolino basso.

Ci pensa poi il naturalizzato Rodrigo (32′) a far felice ‘Lucho’ chiudendo facilmente un passaggio lungo dalla sinistra che scivola dietro la difesa e trova pronto l’attaccante del Valencia. Una partita a tratti bella, funestata pero’ dal grave incidente a inizio ripresa di Luke Shaw rimasto in terra privo di sensi, dopo essere ricaduto pesantemente dopo uno scontro con Carvajal.

Ammutolito Wembley mentre Shaw, con testa e collo imbracati, lasciava il terreno di gioco in barella e con l’ossigeno, col match rimasto fermo per 6′. Senza più i mostri sacri Iniesta, Piquè e D.Silva, il nuovo ct spagnolo ‘debarcellonizza’ la nuova nazionale (appena due blaugrana convocati e uno solo, Busquets, in campo) e vara una formazione nuova che spicca per personalità, talento e geometrie.

Morata e Asensio partono dalla panchina per Diego Aspas e Rodrigo che fanno da spalla a Isco, ma è tutta la squadra a girare alla grande, se si fa eccezione per i primi minuti quando l’Inghilterra si ricorda di essere arrivata nella semifinale mondiale: la sua partita è tutta nella bellissima azione che porta al vantaggio (filtrante di Luke Shaw per Rushford) e in una bella parata di De Gea sul solito attaccante dello United che poi ci riproverà al 35′ st, ma si ferma lì, considerando anche la serata opaca di Harry Kane, a cui certo non ha portato fortuna la Scarpa d’Oro del Mondiale ricevuta a inizio match.

Un po’ pochino per tenere testa alla Roja che una volta trovato il pareggio ha condotto la gara senza sbavature e padrona del campo. La ripresa non regala sorprese, se non la paura per il bruttissimo incidente di Shaw che ha condizionato un po’ tutti, anche se poi hanno cominciato a filtrare notizie rassicuranti. Inutile il forcing finale dei Tre Leoni che si procurano anche il pareggio con Welbeck (95′) ma l’arbitro annulla per carica sul portiere.

Insomma, una Spagna convincente che avrà la controprova già martedì prossimo quando a Elche arriverà la Croazia vicecampione del mondo per quello che si presenta come il match più interessante della seconda giornata del torneo. Intanto, negli altri incontri della giornata spicca il ‘cappotto’ rifilato dalla Svizzera di Petkovic all’Islanda: un 6-0 firmato Zuber, Zakaria, Shaquiri, Seferovic, Ajeti e Mehmedi.

Ma di rilievo anche la vittoria fuori casa della Bosnia di Pjanic (infortunatosi all’83’) e Dzeko che al Windsor Park di Belfast ha supera nel girone 3 della Lega B l’Irlanda del Nord 2-1.