“Sicurezza dinamica” in aiuto ai ciclisti, in Italia è sempre più pericoloso pedalare: un morto ogni due giorni

“Sicurezza dinamica” in aiuto ai ciclisti. Progetto pilota al Tour of the Alps. In Italia è sempre più pericoloso pedalare. Un morto ogni due giorni

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 24 Aprile 2022 - 12:41
“Sicurezza dinamica” in aiuto ai ciclisti, in Italia è sempre più pericoloso pedalare: un morto ogni due giorni

“Sicurezza dinamica” in aiuto ai ciclisti, in Italia è sempre più pericoloso pedalare: un morto ogni due giorni

La sicurezza dinamica è un esperimento pilota per ora riservato alle gare ciclistiche ma destinato ad allargarsi al mondo (crescente) degli amatori, dei semplici cittadini che percorrono le ciclabili, dell’universo dei monopattini.

È un percorso superprotetto in tre territori-pilota: Trentino, Alto Adige, Tirolo. Un tracciato in cinque tappe e 13.750 metri con dislivello. È il prestigioso “Tour of the Alps” partito da Cles, capoluogo della Val di Non, in una Pasquetta baciata dal sole e rallegrata dai turisti. Arrivo venerdì a Lienz, il centro maggiore del Tirolo. Dunque tre tappe in Italia (468 km), due in Austria (256 km). Totale 724 km con un picco al passo Furcia (Dolomiti ),di 1.799 metri.

CAMPIONI AL CENTRO DEL PROGETTO SICUREZZA DINAMICA

Tra i 126 corridori che partecipano alla “Sicurezza dinamica “ ci sono fior di campioni come Froome, Landa, Pinot, Nizzolo impegnati in tappe brevi ma esplosive, tra i 160 e i 114 km. A 18 giorni dalla partenza del Giro d’Italia (6-29 maggio).Test dunque doppiamente Importante: per la sicurezza e per verificare la forma. Ben 18 le squadre che hanno aderito.

UN CICLISTA MORTO OGNI DUE GIORNI

In Italia è sempre più pericoloso pedalare. L’anno scorso ci sono stati 180 morti (162 uomini, 18 donne). E sono ben 989 i casi di ciclisti investiti e ricoverati in codice rosso in prognosi riservata presso gli ospedali di zona. Record negativo di morti in bicicletta spetta alla Emilia Romagna e alla Lombardia. Seguono Veneto, Piemonte, Toscana, Puglia, Sicilia , Campania . Da notare: il 10% dei sinistri mortali ha visto la fuga  dell’autore del sinistro.

ALLESTIMENTO INNOVATIVO

Il progetto sicurezza tocca vari punti della Corsa, vari aspetti. I principali? Eccolo.
1) Squadre di intervento davanti e dietro la corsa (32  moto).
2)Protezioni in settori particolari (spartitraffico, guardrail,cartelli stradali).
3) Fissaggio pratico per consentire l’intervento sull’ostacolo in tempi rapidi.
4) Segnaletica hotspot che avvisa i ciclisti sui passaggi complicati.