Sofia Goggia senza tuta da sci: “Quanto sono sensuale? Sette e mezzo…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 aprile 2018 9:31 | Ultimo aggiornamento: 8 aprile 2018 9:31
Sofia Goggia senza tuta da sci: "Quanto sono sensuale? Sette e mezzo..."

Sofia Goggia senza tuta da sci: “Quanto sono sensuale? Sette e mezzo…”

ROMA – Intervistata dalla Gazzetta dello Sport, la campionessa italiana di sci Sofia Goggi commenta la sua copertina su G:

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

“Che voto mi do? 7 e mezzo, dai. La mia foto, un po’ scoperta, col casco e i fiocchi di neve che scendono è bella. E’ difficile vedere noi sciatori senza tuta… La mia immagine è quasi sempre legata a casco e occhiali, quindi quando il contesto me lo permette cerco di tirare un po’ fuori la mia femminilità e a uscire da tutina e scarponi”.

Cosa mangia Sofia Goggia a colazione? 
“Carboidrati e proteine, pane e uova, oppure yogurt greco, ma il caffè non deve mancare mai”
E quando esci con gli amici, cosa prendi da bere?
“Caffè fino a metà pomeriggio, ma a volte mi concedo un buon bicchiere di vino rosso”.
A quante uscite hai rinunciato da ragazzina per diventare una campionessa?
“Non ho mai quantificato quello che mi sono negata rispetto ai miei coetanei. Ho fatto una scelta che mi ha dato tante soddisfazioni e mi appaga, quindi non mi costa nulla portarla avanti”.
A nove anni hai scritto che sognavi di vincere un’Olimpiade, ora che l’hai fatto qual è la prossima impresa in cantiere?
“Di continuare a vincere sempre, di essere un’atleta più performante, più efficace e di alzare ancora di più l’asticella”.
Sofia Goggia, perfezionista, ambiziosa fin da bambina. Ma come la mettiamo coi difetti?
“Sono cocciuta, testarda e inquadrata. Nonostante ciò cerco, con fatica, di avere un po’ di apertura mentale”.
Adesso che hai riconsegnato il tappo di Lambrusco, ti serve un nuovo portafortuna. Lo stai cercando o aspetti che te lo doni qualcuno?
“Ma no, ho riconsegnato il tappo alla signora Giovanna in Corea e lei mi ha dato una bottiglia di Brachetto, da bere in compagnia. La storia del tappo si è conclusa, ma aspetto qualche profezia futura…”
E’ il Gigante la chiave per la Coppa del Mondo?
“Riprenderlo sarà fondamentale, non so se mi permetterà di arrivare alla Coppa del Mondo assoluta. E comunque punterò di più alle discipline veloci”
L’intervista è quasi finita, manda un messaggio vocale ai tuoi genitori
“Ciao mamma, mi raccomando conserva il passato di verdure che sto per tornare. La Gazzetta mi ha fatto fare tardi”
Sei bergamasca ma tifosa della Juve: Papu dance o Dybala mask?
“Dipende dalla situazione e dal contesto, per ora ho affrontato solo la Papu dance, una volta in Argentina”.