Sondaggio. Calcio scommesse, la Juve ci rimette anche se non è coinvolta?

Pubblicato il 6 agosto 2012 18:35 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2012 18:35

ROMA – Tra il 9 e il 10 agosto potrebbero arrivare le prime sentenze sportive sulla vicenda del calcio scommesse. A rischiare pesanti sanzioni sono “big” del pallone nostrano come Antonio Conte (allenatore della Juventus), Leonardo Bonucci e Simone Pepe (giocatori bianconeri) e mezza difesa del Bari di un paio d’anni fa.

La Commissione disciplinare della Federcalcio dovrà decidere se accettare o meno le richieste del procuratore generale Stefano Palazzi. Alcune richieste, come detto, sono piuttosto pesanti: per Conte è stata chiesta una squalifica di 15 mesi. Anche se venisse accorciata, il mister leccese rischierebbe di saltare tutta la stagione.

Ancora più dura è stata la richiesta per Bonucci: 3 anni e 6 mesi. Per Pepe invece Palazzi ha chiesto un anno. Questi ultimi due sarebbero stati tirati in ballo nella vicenda per Bari-Udinese del 2009/2010, quando Bonucci giocava nel Bari e Pepe nell’Udinese.

Tra gli “altri” giocatori, rischiano pesanti sanzioni il “pentito” Andrea Masiello (Atalanta, ex Bari), sul quale pende una richiesta superiore ai 2 anni di squalifica. Rischia anche Nicola Belmonte (Siena, ex Bari), per il quale sono stati chiesti addirittura 4 anni di stop. Di quel Bari rischierebbero anche Alessandro Parisi, Marco Rossi e Salvatore Masiello.

[SURVEYS 4]