Spadafora: “Via libera al nuovo protocollo e agli allenamenti di gruppo. Il 28 maggio la decisione sul campionato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2020 20:01 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2020 20:01
Spadafora: “Via libera al nuovo protocollo e agli allenamenti di gruppo. Il 28 maggio la decisione sul campionato”

Spadafora: “Via libera al nuovo protocollo e agli allenamenti di gruppo. Il 28 maggio la decisione sul campionato” (foto Ansa)

ROMA – Mentre tutta l’Italia è entrata nella fase due di convivenza con il coronavirus, ci sono buone notizie anche per il mondo del calcio.

Il comitato tecnico scientifico ha approvato il protocollo presentato dalla Figc dando il via libera agli allenamenti di gruppo dei calciatori.

Questo è un   passo fondamentale verso la ripresa del campionato che potrebbe ricominciare a metà giugno.

Non ci sono ancora certezze sulla ripresa del torneo, la decisione definitiva dovrebbe essere presa il 28 maggio.

Tutte queste notizie sono state ufficializzate dal ministro dello Sport Spadafora nel corso di Tg Sport su Raidue.

Le dichiarazioni del ministro dello sport sono riportate da corrieredellosport.it.

“Finalmente gli allenamenti di squadra potranno riprendere, la Figc si è mostrata disponibile.

Niente più ritiri né quarantena per tutti.

Il documento della Figc è stato validato dal Cts.

Ho appena convocato una riunione per il 28 maggio con il presidente della Figc, Gravina, e con quello della Lega, Dal Pino:

per quel giorno saremo in grado di decidere se e quando far ripartire il campionato di calcio.

Vogliamo ripartire per terminare”.

Dal Comitato tecnico scientifico sono arrivati dei chiarimenti per la Federcalcio.

Si raccomanda che la necessità di intensificare il numero dei tamponi da effettuare non vada a incidere sulla disponibilità stessa dei test e soprattutto si evita l’isolamento completo della squadra, in modo da consentire davvero ai club di poter avviare gli allenamenti pur non avendo una struttura dove poter raccogliere i giocatori”.

Niente quarantena obbligatoria per tutti i calciatori che vengono a contatto con un positivo.

Il nuovo protocollo approvato dal Comitato tecnico scientifico esclude anche la quarantena obbligatoria per tutti coloro che vengano a contatto con un nuovo caso di Coronavirus.

”Esatto, è proprio così – ha dichiarato Spadafora – Oggi siamo potuti arrivare a questo punto perché la situazione ci consente di poter rivedere le regole in senso migliorativo, come per tutti gli italiani.

È giusto che anche il mondo del calcio abbia la possibilità di riprendere in sicurezza, come tante altre attività”.