Spal-Atalanta streaming e diretta tv, dove vederla: orario e data

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2018 20:36 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2018 20:37
Spal-Atalanta streaming e diretta tv, dove vederla: orario e data

Spal-Atalanta streaming e diretta tv, dove vederla: orario e data
ANSA/PAOLO MAGNI

SPAL-Atalanta streaming e diretta tv, dove vederla. La partita sarà trasmessa in diretta tv esclusiva su Sky, sui canali Sky Sport Serie A (canale 202 sul satellite; 373 e 383 sul digitale terrestre) e Sky Sport (canale 251 del satellite). Disponibile anche il servizio diretta streaming Sky Go per gli abbonati Sky sul satellite.

Il campionato dell’Atalanta riparte a casa della Spal con due imperativi: riprendere quota dopo lo scivolone casalingo col Cagliari prima della sosta per le nazionali e tornare a segnare con continuità. “Arriviamo da un passo falso in casa col Cagliari, ma la cosa più importante in questa fase della stagione è avere solidità e un atteggiamento preciso”, la premessa di Gian Piero Gasperini.

L’allenatore nerazzurro si preoccupa il giusto dell’avvio positivo della Spal: “Può dare del filo da torcere a tutti, perché ha aggiunto in organico elementi forti e ha un’identità precisa. Noi invece siamo alla ricerca di un’identità forte e definita: alla quarta giornata le idee devono essere chiare, non ci si può buttare in avventure tattiche per inserire i nuovi e non c’è tempo per aspettare nessuno”.

Tornerà Ilicic dopo essere stato fermo per l’infezione ai denti estesa al collo dalla terza settimana di luglio: “Ha fatto una settimana intera con noi, nel suo caso l’ostacolo è la condizione. E’ convocato, ma non è in grado di giocare dall’inizio”.

In formazione, con Toloi recuperato accanto a Palomino e Masiello in difesa, Hateboer e Gosens saranno le frecce sulle corsie, con de Roon e Freuler interni. Il dualismo è tra Gollini e Berisha in porta, col primo favorito, mentre Pasalic dietro Gomez e Zapata deve superare una concorrenza non da poco: “Rigoni s’è allenato durante la sosta, con la decina di giocatori rimasti è stato fatto un buon lavoro”, taglia corto Gasperini. Il pericolo pubblico numero uno è dall’altra parte della barricata: “Rivediamo volentieri Petagna, speriamo faccia il bravo… Gli auguro le migliori soddisfazioni, nei miei due anni qui è stato fondamentale per noi”.

La sosta per le nazionali ha lasciato solo uno strascico: “L’unico rientrato un po’ acciaccato dagli impegni internazionali è Mancini (problema all’adduttore lungo, ndr). La pausa ha spezzato un po’ il ritmo, non la difficoltà di un campionato contraddistinto da grandissimo equilibrio. Da giovedì ci siamo allenati con tutta la squadra e stavolta giocare di lunedì è un vantaggio perché abbiamo potuto recuperare bene”. Un giudizio in più sui ferraresi padroni di casa: “Si sono rafforzati come tante altre squadre, come Sassuolo, Torino, Fiorentina, Parma e Sampdoria. Si tratta di un avversario difficile da superare, perché ha visibilmente voglia di migliorarsi. Le difficoltà tecnico-tattiche sono note: noi abbiamo bisogno di giocare con qualità”.

Una battuta per chiudere sul restyling a tempo di record del “Paolo Mazza”: “Che si veda qualche stadio nuovo o rimodernato è un aspetto positivo per il calcio – chiude il Gasp -. La Spal sta vivendo un momento di grande entusiasmo, è una piazza di provincia molto calda. Noi abbiamo giocato in impianti molto più grandi e non credo che ci faremo condizionare”.