Spal, spunta una cordata: per ora evitato il fallimento

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 15:28 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2012 15:37

FERRARA, 22 FEB – La societa' sportiva Spal non fallira', almeno il momento: il giudice delegato Stefano Giusberti ha infatti concesso una proroga rinviando la decisione sulle istanze di fallimento al prossimo 28 marzo, su richiesta di una nuova cordata di imprenditori che ha presentato una dichiarazione di intenti al giudice – verbalizzata in udienza – per scongiurare il fallimento richiesto da diversi creditori. Tra questi c'e' proprio Matteo Mazzoni, titolare della societa' Top Secret che gestice il servizio d'ordine dentro e fuori lo stadio, tra i maggiori creditORI e che assieme a Luigi Moretti ha costituto la Arslab srl, che si propone di rilevare le quote della Spal 1907 attualmente di proprieta' di Cesare Butelli.

La lettera di intenti depositata e' condizionata al fatto che gli impreditori chiedono come garanzie che i debiti non superino comunque i 2 milioni e mezzo: non avendo comunque le risorse per far fronte alle richieste, la nuova societa' ha lanciato di fatto un appello alla citta' e a imprenditori interessati per una raccolta fondi affinche' si coprano debiti e si garantisca un futuro immediato alla societa'. Nel caso in cui il prossimo 28 marzo non venissero presentate al giudice nuove e concrete soluzioni, il giudice entrera' in camera di consiglio per decidere sul fallimento.