Spalletti: “Totti? Mi fa sorridere quando dicono che sono stato io a farlo smettere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 novembre 2018 22:51 | Ultimo aggiornamento: 22 novembre 2018 22:52
Spalletti: "Totti? Mi fa sorridere quando dicono che sono stato io a farlo smettere"

Spalletti: “Totti? Mi fa sorridere quando dicono che sono stato io a farlo smettere” (Ansa)

MILANO – Luciano Spalletti ha parlato dell’addio al calcio di Francesco Totti e dell’arrivo di Beppe Marotta all’Inter in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Spalletti: “Totti? Non sono stato io a farlo smettere”

 “Le polemiche con la stampa romana? Quell’atteggiamento non lo ritengo necessario all’Inter. Avevo detto alla Roma che non avrei rifirmato il contratto a inizio stagione, mi attaccavano e rispondevo. Mi fa sorridere quando dicono che sono stato io a far smettere Totti. Io non ho firmato, lui poteva farlo“.

Spalletti: “Marotta? C’è un progetto ambizioso”

“C’è un progetto ambizioso per un castello che non sia di carta, ma di mura solide. All’Inter è concesso stabilire le tappe, ma è vietato porre limiti alla posizione del traguardo finale: si vuole andare più in là. Voglio che l’Inter ritorni nel suo grande specchio di una delle più belle del reame. Deve farsi riconoscere per quel che è la sua storia. Dopo essere riuscito ad allenare l’Inter vorrei diventare l’allenatore di una delle più grandi Inter della storiaMarotta mi esonerò due volte al Venezia? Era ed è mio amico, uno che fa gruppo, squadra: un trequartista, stava con me. Per quel che riguarda gli esoneri, c’è poi il professionista… Zamparini”. 

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.