Sport italiano, ecco i quattro moschettieri di MotoGP, atletica, nuoto, tennis; Pirondini: andranno lontano

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 23 Maggio 2021 9:15 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2021 9:35
Sport italiano, ecco i quattro moschettieri, nella foto Francesco Pecco Bagnaia

Sport italiano, ecco i quattro moschettieri, nella foto Francesco Pecco Bagnaia

Sport italiano, ecco i quattro moschettieri : Pecco Bagnaia, “lampo” Jacobs, Greg Paltrinieri e Lorenzo Sonego. Sono giovani, tosti, ambiziosi, duri a cedere e veloci di cervello. Teneteli d’occhio, andranno lontano. Perché sono vincenti.
Lo sport italiano si illumina d’immenso.E sogna.

Con quattro giovani campioni che già regalano prodezze a raffica. Li citiamo in rigoroso ordine alfabetico .

FRANCESCO PECCO BAGNAIA -Nel mondiale MotoGP ha già dimostrato freddezza e intelligenza. Ha soltanto 24 anni e pilota la Ferrari delle due ruote: la potente Ducati. Con cui guida la classifica costruttori davanti a tre mot giapponesi: Yamaha, Suzuki, Honda. Fa rimonte impressionanti. Valentino Rossi è sicuro:” Lotterà  per il titolo “. E detto dal Dottore che di titoli mondiali ne ha vinti nove ( e in quattro classi diverse ) è più di un auspicio. E il 30 maggio lo vedremo al Mugello.

Quinto al mondo

MARCELL JACOBS – È il nuovo primatista nazionale dei 100 metri. Sbalorditivo il tempo: 9”95. Il 13 maggio a Savona. Ha tolto 4/100 al primato italiano di Tortu. Mamma bresciana, papà texano, ha scoperto l’atletica a 10 anni . Nato  a El Paso dove si trova il Rio Grande, il fiume che nasce sulle montagne del Colorardo, corre per le Fiamme Oro  Polizia ). È l’europeo più veloce del 2021 sui 60. e sui 100. Allle Olimpiadi se la vedrà con gli uomini più veloci del pianeta. MARCELL è il quinto al mondo in una classifica guidata con 9”88 da  Trayvon Bromell, il razzo della Florida.

Un modenese nuotatore

GREG  PALTRINIERI – Modenese di Carpi, ha infilato nel bacino ungherese del lago Lupa un triplete d’oro. Monumentale. Ha trascinato la squadra italiana di nuoto vincendo la 5 km e la 10 km. E poi ha portato a casa la terza medaglia d’oro vincendo la prova  a squadre con Acerenza, Bruni e Gabrielleschi. Tre su tre. Ma. nel fondo. Per ricordare una tripletta d’oro a un Europeo bisogna tornare indietro di tre anni quando Simona Quadrella a Glasgow fu in grado  di vincere 400, 800, e 1500 stile libero. Alle Olimpiadi sarà l’uomo da battere.

Cresce il tennis

LORENZO SONEGO – Agli Internazionali di tennis di Roma, appena conclusi, ha messo in fila il numero 4 del mondo Thiene e il numero 7 Rublev rimontando uno svantaggio che sembrava definitivo e raggiungendo una semifinalee  che agli Internazionali, per un giocatore italiano, mancava addirittura da 14 anni. La settimana romana ha confermato che Sonego è tosto. Non molla mai. Poi ha giocato  alla pari con Djokovic.  Il tennis italiano cresce. Dieci italiani sono nei primi 100. Una Top ten così non c’è mai stata. E rappresenta l’intero Paese.